IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Spotorno, Bonasera all’attacco: “Dilaga l’abusivismo commerciale, servono interventi e più controlli”

Passeggiata e panchine occupate da venditori abusivi

Spotorno. Minoranza spotornese all’attacco dell’amministrazione comunale sul commercio abusivo e la presenza di numerosi venditori durante le festività pasquali e gli stessi ponti primaverili. Una situazione inaccettabile per il consigliere comunale Franco Bonasera, che ha presentato una interpellanza per chiedere spiegazioni al sindaco Mattia Fiorini e al consigliere delegato Monica Canepa.

“Abbiamo notato la presenza di molti soggetti di colore, presenti sulla passeggiata tra il secondo molo, e Piazza della Vittoria i quali, stesi i loro teli, hanno esposto in vendita la loro merce, occupando le panchine della passeggiata” afferma Bonasera.

“Vogliamo sapere se sono stati fatti gli opportuni controlli e come mai non sono stati presi i provvedimenti necessari. A Spotorno dilaga il fenomeno dell’abusivismo commerciale…”.

Il gruppo consiliare di opposizione “Spotorno che Vorrei” prosegue con il consigliere Salvatore Massimo Spiga: “Nel programma elettorale della lista di Fiorini vi è un punto che recita testualmente ” Commercialmente parlando “allungare la stagionalità significa esercizi commerciali aperti” i quali, pagano l’occupazione suolo pubblico, la pubblicità, la Tari, l’Imu, e sui redditi le imposte.Invece abbiamo venditori, abusivi, che vendono merce contraffatta, liberamente sul lungomare, alla luce del sole, occupando parte della nostra passeggiata, bivaccando sulle panchine. Se sono abusivi, devono essere allontanati e sanzionati, con il sequestro della merce, anche se questo costa tempo e impegno delle forze dell’ordine, ma ne va del rispetto di coloro che sono in regola, e regolarmente pagano le imposte e tasse. La merce spesso – aggiunge il consigliere di minoranza -, viene accantonata da compiacenti soggetti, presso le zone di vendita, bisogna vigilare su questo fenomeno, e soprattutto, visto che molti giungono in treno, fermarli sulla banchina , chiedendo loro i documenti, e se provvisti di merce, rimessi sul treno per altra destinazione. A volte scendono senza merce, ciò significa che la merce è già a Spotorno, consegnata attraverso furgoni, Anche questi, per il rispetto delle nostre attività commerciali, vanno controllati e se del caso sanzionati”.

E il capogruppo Francesco Bonasera rincara ancora la dose: “Purtroppo ogni anno assistiamo al fenomeno delle vendite abusive di merce spesso contraffatta. Mi occupai già in passato del problema con diverse interpellanze ma con risultati pressoché nulli. Speravo che la nuova maggioranza, visto i proclami, dedicasse al fenomeno la priorità che merita. Abbiamo voluto con la nostra interpellanza rendere cosciente quanto avvenuto nel primo assaggio di vacanze e quanto sicuramente avverrà in questi ponti festivi sollecitando, anche in previsione della imminente stagione estiva, un’azione mirata e decisa per limitare il fenomeno. Altri comuni costieri hanno dimostrato proattività sia nella repressione che nella prevenzione”.

“Spesso è sufficiente posizionare gli agenti della polizia municipale sui binari dei treni in arrivo. Iniziativa efficace che ho verificato con mano quando utilizzavo tale mezzo di trasporto. Ritengo doveroso, anche per i nostri concittadini che pagano le tasse tutto l’anno, che gli assessori competenti mettono in atto adeguate sinergie per combattere da subito tali abusi. Abbiamo fiducia nell’operato delle forze dell’ordine tutte le quali devono essere messe in condizioni di operare al meglio per debellare il fenomeno nel nostro territorio” conclude Bonasera.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.