IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Scippata in stazione, la figlia furiosa: “Ladri fuggiti tra l’indifferenza dei presenti, e non ci sono telecamere”

La donna era a bordo di un treno fermo sui binari quando due ragazzi le hanno preso il portafogli e sono scappati

Più informazioni su

Savona. Uno scippo a bordo di un treno fermo in stazione, l’assenza di telecamere puntate sui binari e l’indifferenza dei presenti.

Sono questi gli ingredienti della storia raccontata alla redazione di IVG.it da Teresa (nome di fantasia), la cui madre ieri ha vissuto una brutta disavventura: è stata derubata mentre il treno era fermo in stazione, e non ha potuto che assistere impotente alla fuga dei ladri mentre nessuna delle persone sul binario interveniva per fermarli.

“Vi scrivo per denunciare l’indifferenza delle persone – inizia il suo messaggio – davanti ad uno scippo avvenuto sul treno fermo in stazione in pieno giorno a Savona”. L’episodio si è verificato intorno alle 15: la donna, circa 65 anni, era seduta a bordo del treno quando due ragazzi le si sono avvicinati e le hanno strappato il portafogli di mano. A quel punto sono rapidamente scesi dal treno e si sono allontanati: “Sono usciti dalla stazione dall’ingresso secondario, quello delle Poste, si è svolto tutto in un lampo – racconta Teresa – le persone presenti sul binario l’hanno vista gridare, chiedendo aiuto”. Ma nessuno, spiega, è intervenuto.

La signora si è rivolta alla Polizia ferroviaria, ricevendo però una pessima notizia: nella stazione di Savona non esistono telecamere che inquadrino i binari (particolare confermato poi alla redazione sia dal comandante savonese della Polfer che dall’ufficio stampa di Ferrovie dello Stato, le uniche presenti si trovano nella zona degli ascensori).

E la cosa ha fatto letteralmente infuriare la figlia: “E’ una vergogna totale non avere in tutta la stazione di Savona una sola telecamera che sorvegli area. Una vergogna a cielo aperto, nonostante sia il punto di arrivo di migliaia di croceristi, e un crocevia di delinquenti. Sono estremamente indignata”.

“L’assenza di videocamere la trovo scandalosa – insiste – il gesto poteva accadere ovunque. Mi chiedo come sia possibile. Gli addetti della Polfer hanno fatto tutto quello che potevano, ma senza immagini è impossibile fare molto. Speriamo possano mettere un giorno le videocamere, per limitare fatti incresciosi fin dalla fonte”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.