IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona in lutto per la scomparsa del partigiano Giacinto Enrico Mirengo detto “Rimini”

Era uno dei più giovani partigiani combattenti della 2^ zona operativa della Liguria

Savona. E’ mancato ieri a Savona il partigiano Giacinto Enrico Mirengo, noto con il nome di battaglia di “Rimini”.

Nato nel 1928, era uno dei più giovani partigiani combattenti della 2^ zona operativa della Liguria. Aveva combattuto, con il grado di sergente-comandante di nucleo, nella 2^ brigata “Sambolino” della divisione Garibaldi “Gin Bevilacqua”, situata nella zona di Montenotte.

Proveniva dalla fabbrica Scarpa Magnano dove aveva la qualifica di “aggiustatore meccanico” e dove aveva conosciuto antifascisti che avevano combattuto il fascismo per l’intero ventennio e

che per questo erano stati condannati dal tribunale speciale del fascismo al carcere o al confino. Tra di loro Andrea Aglietto, che sarà poi sindaco della Liberazione a Savona. Quegli antifascisti furono la guida per i giovanissimi che, come Mirengo, volevano partecipare alla Liberazione dal nazifascismo.

Dopo il pensionamento e nelle occasione delle giornate del 25 aprile, il partigiano “Rimini” ritornava in fabbrica, seguendo i cambiamenti di nome e gli spostamenti di territorio della ex Scarpa e Magnano, per incontrare gli operai e gli studenti e ricordare loro le ragione della scelta partigiana e i caduti per la libertà.

L’Anpi di Savona è “vicina alla famiglia nel momento del dolore per la perdita del caro compagno Rimini. Nella ricorrenza dell’anniversario della Liberazione ricorderemo anche lui”.

Il funerale si terrà lunedì 9 aprile alle 15.30 presso la chiesa di San Francesco da Paola, in piazza Bologna. La cara salma è presso l’abitazione in via Firenze 25/C/2 a Savona.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.