IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, Caprioglio: “Differenziata porta a porta? Sì, se sarà sostenibile economicamente”

Lo ha annunciato nel corso del consiglio comunale di oggi: "La introdurremo dopo qualche mese per spiegare ai cittadini cosa cambierà"

Più informazioni su

Savona. “Stiamo valutando i costi per l’introduzione della raccolta porta a porta. Quando avremo la conferma che sono sostenibili la introdurremo nel giro di qualche mese, dopo aver spiegato alla cittadinanza la nuova modalità di conferimento”. Lo ha affermato il sindaco di Savona, Ilaria Caprioglio, nel corso del consiglio comunale di oggi rispondendo a una domanda della consigliera Daniela Pongiglione.

La dichiarazione è arrivata mentre si discuteva una mozione presentata da alcuni consiglieri di maggioranza (Silvio Rossi, Alda Dallaglio, Simona Saccone Tinelli, Emiliano Martino e Yuliya Spivak) riguardante le iniziative a tutela dell’igiene e del decoro urbano. Mozione approvata dal consiglio, che impegna il sindaco e la giunta a “avviare iniziative di sensibilizzazione sul corretto conferimento dei rifiuti nei confronti della cittadinanza e dei turisti”, a proporre nelle scuole progetti volti ad insegnare ai bambini l’importanza del corretto smaltimento dei rifiuti e ad intensificare i controlli attraverso l’installazione di telecamere “punendo in maniera esemplare i trasgressori”.

Due i punti su cui ha insistito il primo cittadino: il passaggio alla raccolta porta a porta e la videosorveglianza come deterrente contro il conferimento abusivo dei rifiuti. Sul primo punto, come detto, da Caprioglio è arrivata una apertura: la porta a porta arriverà, a condizione che i costi risultino sostenibili dalle asfittiche casse del Comune savonese. Sul secondo punto, invece, Caprioglio ha fatto notare come già esista “un protocollo per la videosorveglianza pubblico-privata, che permette ai privati di installare telecamere sul suolo pubblico integrandole al sistema monitorato dalla polizia municipale. Purtroppo però – ha fatto notare – ben pochi sono a conoscenza di questo protocollo”.

Il problema, ha ricordato, è legato anche a cittadini dei Comuni vicini che abitualmente conferiscono i rifiuti a Savona (nei mesi scorsi la polizia municipale aveva elevato diverse sanzioni per violazioni di questo tipo). Proprio alla caccia ai “furbetti della spazzatura” sarà dedicata la telecamera mobile consegnata questa mattina dal Comune da Vigilanza STS in comodato d’uso gratuito (leggi l’articolo).

Clicca qui per la diretta del consiglio comunale

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.