IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Riccardo Moscatelli sulle orme di El Shaarawy: cresciuto nel Legino, ora è un giocatore del Genoa foto

Il 14enne attaccante, con papà ex calciatore e mamma italoegiziana, ha firmato un vincolo di quattro anni con il Grifone

Savona. Dodici anni dopo Stephan El Shaarawy, un altro attaccante del Legino fa il grande salto e firma per il Genoa. Il suo nome è Riccardo Moscatelli ed è tra i più promettenti calciatori della classe 2004 in Liguria.

Riccardo, già da due stagioni, difende i colori rossoblù. Lo scorso anno, nella squadra condotta da mister Bianchi, aveva affrontato il campionato Giovanissimi Fascia B. Quest’anno, sotto la guida dell’allenatore ponentino Davide Brunello, sta disputando il campionato interregionale Giovanissimi.

Moscatelli segna con regolarità, la stagione non è ancora terminata ma le sue prestazioni hanno già convinto lo staff tecnico del Grifone: quest’oggi ha firmato un vincolo di quattro anni con il Genoa.

Nato il 21 marzo, Riccardo ha iniziato a giocare a pallone a 6 anni, sul terreno del Ruffinengo, con la maglia del Legino 1910 del presidente Pietro Carella. Già ad 8 anni si era fanno notare, al punto da essere convocato per un primo provino. Poi, continuando a crescere con i consigli di mister Ottonello, a 12 anni il talentuoso attaccante è stato chiamato dal Genoa.

E da oggi è ufficialmente un attaccante rossoblù. All’età di 14 anni, proprio come El Shaarawy. Ma il parallelismo con “il Faraone” non finisce qui. Infatti, mentre Stephan ha il papà egiziano, Riccardo ha la mamma italoegiziana, dato che suo nonno è originario dello stato arabo. I genitori di Riccardo sono amici da una vita di quelli di Stephan.

Riccardo moscatelli

Il calcio è una passione molto amata nella famiglia Moscatelli. Il papà Ivan è anch’egli un ex giocatore del Legino; Gianluca, fratello di Riccardo, 11 anni, cresciuto pure lui in verdeblù, gioca nel ruolo di esterno sinistro nel Priamar Liguria.

Riccardo si allena quattro giorni a settimana, sui campi genovesi di Multedo e Pra’ – spiegano mamma Pamela e papà Ivan -. In campionato giocano a Voltri. Quest’anno fa la terza media, pertanto è un impegno notevole“. Ma al 14enne savonese la passione non manca. Sensibile, timido e riservato, con grande costanza sta ottenendo eccellenti risultati e i suoi genitori sono certi che saprà affrontare al meglio le nuove sfide che lo attenderanno nella futura stagione sportiva, con la gloriosa casacca rossoblù nel prossimo campionato Giovanissimi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.