IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pusher sfugge alla cattura ad Albenga, ma ai carabinieri resta lo smartphone e lo identificano dai selfie

L'uomo probabilmente credeva di averla fatta franca, ma i militari lo hanno trovato: per la reazione violenta lo straniero è finito in manette per resistenza

Più informazioni su

Albenga. Nel settembre scorso i carabinieri di Albenga avevano inseguito un pusher nel tentativo di bloccarlo, ma l’uomo era riuscito a divincolarsi ed a sfuggire alla cattura. I militari avevano però recuperato il suo giubbotto dove avevano trovato 7 grammi di cocaina, 500 euro in contanti ed uno smartphone. Proprio dal cellulare, in particolare grazie ai selfie che il pusher si era scattato, gli uomini dell’Arma lo hanno poi identificato. Per questo sabato sera, sul lungocenta Dante Alighieri, quando una pattuglia ha riconosciuto in un marocchino di 35 anni, Essalmi Wadia, l’indagato per spaccio ha tentato di fermarlo.

Il nordafricano però ha reagito e, pur di scappare, ha tirato la sua bicicletta contro l’auto di servizio. Poco dopo è stato comunque bloccato dai militari ed arrestato per resistenza a pubblico ufficiale. Ieri mattina lo straniero (che tra l’altro pochi giorni fa era stato assolto da un’altra accusa di detenzione di droga) è stato processato per direttissima in tribunale.

Proprio in aula gli è stato contestato anche l’episodio di settembre ed è emerso il dettaglio del cellulare. Alla fine Essalmi Wadia, che era assistito dall’avvocato Francesca Aschero, ha patteggiato un anno di reclusione senza la sospensione condizionale della pena per resistenza e detenzione di droga. Il giudice lo ha rimesso in libertà con l’obbligo di presentazione du volte al giorno in caserma dai carabinieri.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.