IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Presentato a Fior d’Albenga l’Aperibrut molecolare alla violetta con l’etichetta Millenium Tertium Lunae di Bosoni fotogallery

Protagonisti dell’evento i giovani barman e chef dell’alberghiero di Alassio, che hanno unito due eccellenze liguri

Albenga. Innovazione e sperimentazione didattica sono al centro del percorso formativo che vede impegnati gli alunni dell’istituto di istruzione secondaria superiore “Giancardi-Galilei-Aicardi” per la promozione di imprese e territori impegnati nella produzione di fiori eduli attraverso percorsi didattici, gastronomici, colturali e culturali del progetto Antea.

In questo ambito si inseriscono il laboratorio didattico e i percorsi formativi legati al programma comunitario di sviluppo territoriale Interreg Alcotra, incentrato sui fiori eduli e promossi dal Centro Studi sul Turismo F. M. Giancardi di Alassio, in conformità al piano di miglioramento e al progetto “Io Sono Un Brand”.

L’appuntamento formativo, che è andato in scena questa mattina, tra le aiuole di Fior d’Albenga, ha visto i futuri agrotecnici dell’istituto Agrario D. Aicardi di Albenga svolgere attività divulgativa sulle tecniche di coltivazione e sulle caratteristiche organolettiche e i giovani barman e chef della scuola Alberghiera di Alassio impegnati in un laboratorio del gusto innovativo con due eccellenze liguri: la violetta dell’azienda De Michelis di Albenga e il Brut Millenium Tertium dell’azienda Bosoni di Ortonovo, nell’aperitivo molecolare dedicato a Fior d’Albenga 2018, servito con stuzzichini ai fiori eduli.

“L’etichetta Brut Millenium Tertium nasce dai vigneti di Ortonovo  “Charmat”, – hanno spiegato gli organizzatori dell’iniziativa. – Al palato presenta note fruttate e floreali fresche, nelle quali emergono i fiori di glicine e biancospino con richiami di mela Golden”.

“Il sapore fresco, armonico e la delicata grana delle bollicine, – come hanno sottolineato gli ideatori del cocktail, – abbinate alle sfere di sciroppo alla violetta, enfatizzano le qualità straordinarie del brut della cantina di Lunae”.

Il laboratorio del gusto del progetto Antea è stato coordinato dal team di progetto composto dai docenti: Giuseppe Rossi, Mariella Gaudenti, Antonio Talarico, Antonella Annitto, Stefania Violino, Sara Ceccatelli, Nando De Angelis, Marta Mammola, Rita Baio, Monica Barbera, Franco Laureri e dai tecnici Aurelio Pepe e Luigi Natale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.