IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ponente Acque, in arrivo le bollette straordinarie: ecco come comportarsi

Sarà possibile anche un pagamento in rate bimestrali

Borghetto Santo Spirito. Si è concluso proprio in questi giorni l’invio (agli utenti di Borghetto Santo Spirito, Pietra Ligure e Borgio Verezzi) delle bollette straordinarie emesse da Ponente Acque e relative ai consumi idrici effettuati fino al quarto trimestre 2017. Come già annunciato qualche giorno fa dalla società che dal 2016 gestisce il ciclo idrico del territorio compreso tra Laigueglia e Borgio Verezzi e relativo entroterra, questa bolletta straordinaria si è resa necessaria al fine di regolare i pagamenti relativi al periodo antecedente il passaggio di gestione tra i singoli Comuni e Ponente Acque e sincronizzare l’invio delle bollette successive.

“Le risorse ottenute consentiranno alla società di coprire i costi di gestione e garantire così un servizio sempre puntuale ed efficiente, nonché gli investimenti per la manutenzione ed il potenziamento delle infrastrutture – afferma Ponente Acque -. Tra queste, le opere di ampliamento del depuratore consortile di località Cappellotti a Borghetto Santo Spirito ed il completamento del collegamento dell’area della Val Maremola e di Borgio Verezzi all’impianto. E’ bene ricordare, inoltre, che quello idrico è un comparto a “copertura totale” e perciò tutti i fondi ottenuti dal pagamento delle bollette vengono utilizzati unicamente per coprirne i costi”.

“Gli utenti che hanno già ricevuto le bollette e che hanno preso contatto con gli sportelli di Ponente Acque hanno ricevuto tutte le informazioni necessarie per risolvere le criticità riscontrate. In alcuni casi la cifra richiesta nelle bollette stata relativamente alta; si ricorda che, qualora l’ammontare della bolletta dovesse presentare cifre molto superiori a quelle pagate in precedenza, Ponente Acque potrà anche decidere di sospendere il pagamento. Una volta ricevuta la bolletta gli utenti hanno fino a 30 giorni di tempo per richiedere eventuali chiarimenti agli sportelli. Qualora gli sportelli dovessero riscontrare errori, la bolletta potrà essere annullata e riemessa correttamente; in alternativa, il pagamento potrà essere sospeso in attesa della successiva bolletta di conguaglio in arrivo a maggio. In ogni caso, si consiglia di verificare e comunicare la lettura del contatore almeno due volte l’anno” precisa ancora la società.

“Per ogni necessità si consiglia di rivolgersi agli sportelli di Borghetto Santo Spirito (in piazza Caduti sul Lavoro), di Alassio (in viale Hanbury 120), di Pietra Ligure (al piano terra del municipio) e di Borgio Verezzi (al piano terra del municipio) negli orari indicati in bolletta oppure al call center della società. Ulteriori informazioni sono presenti nella terza e nella quarta pagina della bolletta, dove sono contenute le indicazioni per richiedere il pagamento dilazionato e su come comportarsi in caso di errori o dubbi”.

“Si ricorda che l’ammontare di queste bollette straordinarie è stimato e calcolato sulla base dei consumi medi registrati nei periodi precedenti, anche sulla base del dato storico raccolto durante il periodo di attività di Ponente Acque. Le bollette successive, invece, conterranno eventuali conguagli, che saranno calcolati ancora sulla base dei consumi medi o sul dato effettivo (ove disponibile) di ciascun utente. Potrà quindi succedere che alcuni utenti ricevano bollette di importo pari a zero o addirittura note di credito per aver già pagato il dovuto con la bolletta straordinaria”.

“Trattandosi di una bolletta straordinaria, Ponente Acque ha deciso di andare incontro alle eventuali difficoltà degli utenti prevedendo la possibilità di un pagamento in un’unica soluzione oppure in più rate bimestrali le cui scadenze, saranno indicate nella bolletta stessa. Potranno ricorrere alla rateizzazione anche i clienti che hanno scelto di pagare le bollette con addebito bancario: sarà sufficiente informare la propria banca (prima della scadenza) che questa bolletta non dovrà essere pagata. La domiciliazione resterà valida per le bollette trimestrali successive relative all’anno 2018” conclude Ponente Acque.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.