IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Da Piacenza alla Liguria alla scoperta dei Luoghi Colombaniani fotogallery

Gli studenti piacentini in viaggio di istruzione hanno incontrato gli insegnanti di Albenga, Andora e Zuccarello coinvolti nello stesso progetto

Più informazioni su

Andora. Studenti ed insegnanti liguri e piacentini si incontrano nel nome del primo “Europeo”: san Colombano. Gli studenti di Piacenza in viaggio di istruzione nei Luoghi Colombaniani di Liguria incontrano insegnanti delle scuole di Albenga, Andora e Zuccarello coinvolti nello stesso progetto.

Invitati dall’Associazione Culturale Green Butterflies nella giornata di lunedì 16 aprile, dopo aver visitato le grotte di Toirano, la scolaresca partita alle prime luci dell’alba da Bobbio, luogo che custodisce le spoglie del monaco irlandese San Colombano, raggiunge il porto di Andora dove ad accoglierla è il Circolo Nautico di Andora gemellato nel febbraio 2017, nel nome di Colombano, col Ballyholme Yacht Club di Bangor nel Nord Irlanda.

I ragazzi della Val Trebbia abituati a vedere le canoe solcare le acque del fiume si sono “tuffati” nel vasto orizzonte del mare, grazie alle parole dei soci del circolo nautico hanno appreso i primi rudimenti della vela e si sono incuriositi ed appassionati.

Pieno di vita il nostro mar Ligure, sopra e sotto la superficie, così riposte le vele, l’esperto Italo Curtolo ha intrapreso coi ragazzi un viaggio alla scoperta delle creature che popolano le cristalline acque della Riviera di Ponente soffermandosi spesso sulla responsabilità dell’uomo nella tutela del mare e sulla sicurezza in mare.

Lasciato il porto la scolaresca è stata accolta nella Parrocchia di San Giovanni che custodisce l’icona pellegrina di Colombano e si sono riposati nella quiete sotto gli olivi prima di recarsi in visita al frantoio Morro nell’entroterra della Val Merula. Prima di assaggiare l’olio extravergine ed il goloso pane e patè di olive i giovani piacentini hanno ascoltato il racconto di Manuela Morro che continua la centenaria tradizione di famiglia nella conduzione del frantoio. La stessa Manuela nel 2017 per due volte visitò l’Irlanda promuovendo l’eccellenza dell’olio estratto da olive la cui coltivazione deve molto all’opera dei monaci di Bobbio che si diffusero fino al Ponente Ligure.

Giunta la sera l’instancabile energia dei giovani della classe V della scuola Primaria di Bobbio li ha sostenuti nel giocare una partitella a pallone con gli studenti della classe IV della scuola primaria di Andora Molino intervenuti per incontrarli.

Lunga la tavolata che ha visto commensali gli studenti di Andora e Bobbio, i primi spiegavano ai Bobbiesi gli ingredienti delle verdure ripiene, della torta verde, della cima genovese piatti tipici che hanno introdotto il piatto forte: il rinomato pesto.

Festose chiacchierate e giochi hanno animato la serata mentre al tavolo adiacente gli insegnanti delle diverse scuole dialogavano conoscendosi e condividendo le reciproche impressioni sulle attività del Progetto Peregrinus.

Il Progetto Peregrinus è stato sviluppato nelle scuole sottolineando l’aspetto transnazionale del Cammino di Colombano: “Orizzonti non Confini”. Nel 2015-2016 si è sviluppato il tema dell’aria e delle vie del cielo, la storia del volo. Nel 2016-2017 è stato affrontato l’elemento acqua, il mare con la storia della navigazione. Il 2017-2018 vede lo sviluppo del tema Terra come Pianeta, rapporto uomo ambiente, Cammini e vie di terra. L’iniziativa ‘Progetto Peregrinus: Orizzonti non Confini: via cielo, terra e mare il respiro europeo lungo il Cammino di Colombano’ rientra nel calendario delle iniziative culturali che celebrano l’Anno europeo del Patrimonio Culturale.

L’avventura di questi giovani pellegrini continua martedì 17 aprile con la scoperta del mondo della api grazie al Parroco di San Giovanni, a seguire gli studenti torneranno a scuola, una scuola particolare, quella del pesto a mortaio prima di rientrare a Bobbio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.