IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il Mondiale si avvicina: panoramica sulle favorite!

Brasile, Germania, Spagna e Argentina, queste alcune delle potenziali protagoniste della Coppa del Mondo di Russia 2018, ma attenzione alle “sorprese”…

Più informazioni su

Chi vincerà il Mondiale? Domanda da un milione di dollari? Mah, forse no. Già, perché da Germania 2006, quando l’Italia abbagliò il Mondo con un torneo eccezionale ma anche inatteso, per il resto i vincitori delle ultime edizioni sono usciti dalla ristretta schiera delle favorite. In Sudafrica era toccato alla Spagna, che a livello di club e nazionali giovanili stava (e tuttora sta) dominando; in Brasile non si può dire che la Germania fosse una sorpresa, anche se aver spazzato il Brasile in semifinale per 7-1 non era neanche nell’immaginario del più ottimista dei tifosi tedeschi. E proprio Brasile e Germania rappresentano due delle maggiori candidate alla vittoria finale in Russia.

I tedeschi si presentano da campioni in carica, ma anche con una rosa che in quattro anni non si è certo depauperata, i brasiliani avranno sete di vendetta e – almeno si augurano – si affideranno al loro fenomeno Neymar (ammesso che recuperi dall’infortunio) per riportare a casa il trofeo più ambito. Come detto, però, occhio alla Spagna, perché sebbene Real Madrid e Barça siano infarcite di stranieri (il Real Madrid di più, in realtà), i recenti successi dei club e quelli delle Nazionali giovanili nei tornei continentali, parlano chiaro. Per altro, non dimentichiamoci il recente 6-1 rifilato dalle Furie Rosse all’Argentina. Così, giusto a titolo d’esempio. A proposito dell’Argentina, in Russia ci sarà Messi alla continua ricerca di quella consacrazione che lo avvicinerebbe al mito di Maradona, e anche il solito “nemico” Cristiano Ronaldo, che dopo aver trascinato i suoi sul tetto d’Europa, prova ad andare oltre ed entrare ancor di più nella storia del Portogallo.

Tra le outsiders segnaliamo la Francia di Pogba, per ora più fenomeno social che campione, ma magari questa sarà l’occasione giusta per mettere a tacere le malelingue, e anche il Belgio dei vari Mertens, De Bruyne, Lukaku, Nainggolan, Hazard (e molti altri), sempre nell’attesa di esplodere definitivamente, ma fino ad ora mai maturi nelle competizioni internazionali. Un po’ come l’Inghilterra, che in Russia si presenterà con tante aspettative e che spera di non fare la fine di Francia 2016, eliminata mestamente dall’Islanda agli ottavi di finale. La rosa a disposizione di Southgate è di livello assoluto, un mix di giovani (Alli, Sterling, Rashford) e più esperti (Vardy, Cahill, Young) in grado di ben figurare. Sulla carta, almeno. Per saperne di più su tutte le previsioni per i prossimi Mondiali di Russia 2018, qui trovi tutte le informazioni, le statistiche e i pronostici sulla competizione più attesa dell’anno.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.