IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Michelle Hunziker e Giulia Bongiorno, una Fionda di legno per tutte le donne fotogallery

Al teatro Ambra di Albenga i Fieui di Caruggi hanno consegnato l'ormai celebre Premio

Albenga. L’assistenza legale e psicologica alle vittime di soprusi è stato il tema al centro dell’edizione 2018 della Fionda di legno, l’undicesima dell’ormai celebre premio. Il riconoscimento, come si legge nelle motivazioni, è andato “a due donne per tutte le donne”.

fionda

Le due donne in questione sono la conduttrice televisiva ed attrice Michelle Hunziker e l’avvocato e senatrice Giulia Bongiorno. Il loro merito è aver fondato, ormai undici anni fa, Doppia Difesa, un’associazione che ha lo scopo di fornire aiuto ed assistenza legale e psicologica a donne maltrattate. Il suo intento è anche quello di focalizzare, attraverso i media, l’attenzione di tutti, e in particolare delle istituzioni, sulle difficoltà che troppo spesso le donne incontrano nell’ambito sociale, lavorativo e familiare.

La cerimonia di consegna si è tenuta sotto la guida di Mario Mesiano dalle ore 17 al teatro Ambra, dove Michelle e Giulia sono giunte dopo aver passeggiato per il centro di Albenga. Accolte dai Fieui di Caruggi, organizzatori dell’evento capitanati da Gino Rapa, sono salite sul palco in un pomeriggio che, nonostante la serietà del tema trattato, non ha mancato di riservare un intrattenimento piacevole ai presenti, come consuetudine dell’evento.

Le due protagoniste, in coppia, si sono esibite cantando “E se domani”, il celebre brano di Mina. C’è stato spazio per la chitarrista e cantante armese Marisa Fagnani e per l’attrice Francesca Galizia, che ha regalato al pubblico un prezioso ed emozionante momento di riflessione.

Al termine, Antonio Ricci ha consegnato il micidiale tirapietre alle due donne, in rappresentanza di tutto l’universo femminile. Una fionda che, per il terzo anno consecutivo, è stata realizzata da Andrea Zanini, artista del legno ligure di origini, ma residente sulle colline albesi. In legno di pioppo e di gelso, raffigura le torri di Albenga che emergono dal mare racchiuse da una conchiglia.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.