IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Incendio nella Sarr di Cisano, è il quinto rogo in quattro anni

L'ultima volta era andato a fuoco l'8 luglio scorso

Più informazioni su

Cisano Sul Neva. Un nuovo incendio è divampato questa mattina intorno alle 6.30 all’interno del deposito di stoccaggio rifiuti Sarr a Cenesi. Sul posto sono immediatamente intervenuti i vigili del fuoco.

A differenza di quanto accaduto in passato, fortunatamente questa volta l’incendio si è rivelato di lieve entità: grazie anche al nuovo impianto antincendio installato dalla proprietà le fiamme sono state rapidamente circoscritte ed il rogo domato in breve tempo.

Le indagini ora sono affidate ai carabinieri di Cisano Sul Neva e ai carabinieri forestali di Zuccarello. L’ipotesi su cui si lavora al momento è quella dell’origine dolosa, sia per via dei precedenti che per alcune testimonianze che parlano di forti rumori, forse esplosioni, provenienti dal deposito. Per questi i militari hanno acquisito i video ripresi dalle telecamere di sorveglianza, con la speranza di individuare gli eventuali responsabili del rogo.

Si tratta del quinto incendio alla Sarr in meno di quattro anni. Il primo avvenne il 3 settembre 2014 (un capannone fu distrutto), gli altri tre tutti nel 2017: il 19 febbraio (bruciò una catasta di carta e legno nell’esatto punto in cui tre anni prima si trovava il capannone distrutto), il 6 giugno e l’8 luglio. Mentre l’incendio del 2014 però è sempre stato considerato accidentale, la sequenza di episodi dello scorso anno in zona ha preoccupato tutti, con il titolare della Sarr che fin da subito ha ipotizzato una origine dolosa ed il sindaco Massimo Niero che ha lanciato l’allarme (“E’ fuori da ogni dubbio che c’è qualcosa che non va“).

Se si considera l’intera provincia di Savona sale a 8 il numero di incendi all’interno di depositi di rifiuti dal 2014 ad oggi. Due sono avvenuti alla FG Riciclaggi di Cairo Montenotte, il primo nell’ottobre 2015 (ad andare a fuoco erano stati alcuni container di materassi e rifiuti ingombranti) e il secondo il 7 gennaio 2018: quest’ultimo rogo venne spento soltanto dopo due giorni di durissimo lavoro, e creò non pochi timori in Valbormida sulle condizioni dell’aria e dell’acqua. Il 18 aprile 2016 invece un rogo ha interessato l’azienda di stoccaggio e recupero rifiuti Comet Recycling a Stella, mentre il 21 agosto 2017 le fiamme sono divampate alla Verde Liguria Riciclaggi in località Canepari a Toirano.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.