IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Giochi e scommesse, protesta in Consiglio regionale delle associazioni “No slot” foto

Presidio giovedì mattina in segno di protesta per la sanatoria delle concessioni

Liguria. In vista del prossimo Consiglio regionale scatta la protesta “No slot”: giovedì mattina dalle 9 e 30 la rete di associazioni e cittadini, con la galassia “Mettiamoci in gioco”, tornerà a far sentire la propria voce con un presidio all’interno dell’assemblea legislativa ligure. L’appello è stato rilanciato nelle ultime ore dalla Lista Crivello per protestare contro la cosiddetta “proroga infinita” attuata dalla Regione Liguria e che non consente di applicare la normativa che limita l’apertura di sale gioco vicino a luoghi sensibili come scuole o chiese.

La scorsa settimana la commissione Salute del consiglio regionale della Liguria chiamato ad approvare il disegno di legge sulla proroga del termine di cui all’articolo 2 comma 1 della legge regionale 30 aprile 2012, n. 17 “Disciplina delle sale da gioco” si è chiusa con un nulla di fatto. Anzi, la discussione è stata rinviata al 26 aprile.

Sulla “proroga della proroga” alla scadenza delle concessioni in essere determinata dalla Giunta Toti nell’aprile 2017, durante le audizioni in commissione, sono arrivate le critiche del difensore civico della Liguria, che svolge anche le funzioni di garante dei diritti dell’infanzia Francesco Lalla, e del responsabile dell’Ufficio Dario Arkel.

La Lista Crivello si unisce ai cori di critiche arrivate anche dal coordinamento Mettiamoci in Gioco o dal cardinale Bagnasco. “Tutti ricordano l’impegno della giunta regionale precedente e della giunta Doria nel non concedere più concessioni per l’apertura di nuove sale slot – dice Gianni Crivello – e intanto la giunta Bucci si caratterizza per un silenzio assordante che rappresenta un silenzio-assenso verso sanatorie per le slot machine, incuranti dei danni che producono alla nostra comunità”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.