IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Gal Valli Savonesi, la preoccupazione dei Verdi: “Rimane poco tempo per i finanziamenti”

Castellazzi: "Pochi mesi utili al perfezionamento delle procedure burocratiche"

Savona. “Nei giorni scorsi abbiamo appreso dal presidente della Regione Liguria come finalmente sia stato raggiunto l’obiettivo dell’assegnazione di ingenti risorse a Imprese, Comuni, Parchi Naturali, Gal (Gruppi di Azione Locale), per un ammontare di 82,5 milioni di euro, suddivisi in 23 capitoli (o misure) riguardanti gli interventi in agricoltura e difesa del territorio (promozione dei prodotti agricoli certificati, turismo, ripristino di struttura agricole danneggiate, investimenti in agricoltura a sostegno di imprese giovani, protezione dell’ambiente, ecc.). A questo punto siamo ovviamente in attesa di conoscere quali “misure” siano state effettivamente finanziate nell’ambito del “Gal Valli Savonesi” (Ente che comprende ben 51 Comuni della nostra provincia) e quali “bandi”operativi siano in via di pubblicazione, tenuto conto che le risorse saranno erogate solo quando i soggetti richiedenti avranno inviato la documentazione delle spese sostenute”. Lo afferma il portavoce provinciale dei Verdi Gabriello Castellazzi, preoccupato per la tempistica di presentazione dei bandi.

“E’ appena il caso di ricordare che i finanziamenti dell’Unione Europea collegati a questo Piano di Sviluppo dovranno essere restituiti se non impegnati correttamente. Indichiamo brevemente gli obiettivi più importanti sui quali si è concentrata l’azione del nostro Gal provinciale, come scritto testualmente nel programma approvato: ridurre lo scivolamento a valle delle attività economiche e lo spaesamento culturale e sociale; creare opportunità e nuovi posti di lavoro;  favorire la fruizione sostenibile e consapevole del territorio; contribuire allo sviluppo infrastrutturale e organizzativo locale; contrastare il rischio idrogeologico e gli incendi boschivi”.

“Tutti obiettivi da raggiungere attraverso un vasto partenariato pubblico-privato (ampiamente descritto nel documento fondativo), come sta avvenendo in tutti gli altri 200 Gal oggi operanti in Italia, e dei quali si possono facilmente consultare i bandi pubblicati nei mesi scorsi aprendo il sito internet http://www.reterurale.it/PSR 2014-2020. Purtroppo rimangono solo pochi mesi utili al perfezionamento delle procedure burocratiche (non si potrà andare oltre il 2018) e si spera vivamente che anche in provincia di Savona si riesca ad ottenere, per il bene di tutti, quanto indicato nei programmi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.