IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cgil verso il XVIII congresso, a Savona il documento sul lavoro. Il segretario Pasa: “Massima condivisione” foto

"Un percorso partecipato che non ha precedenti nella storia della nostra organizzazione"

Più informazioni su

Anche a Savona è iniziato il percorso congressuale con la tornata di assemblee generali di tutte le categorie territoriali che si concluderà il 3 maggio con quella della Camera del lavoro provinciale. “Per la prima volta la nostra organizzazione ha deciso di costruire il documento partendo da una bozza molto compatta dal titolo “Il Lavoro E’” in cui sono riassunte le linee strategiche su cui concentrare gli sforzi per i prossimi 4 anni” sottolinea il segretario della Cgil Andrea Pasa.

“Linee strategiche molto chiare su cui iniziare la discussione per arrivare ad un documento che abbia il più largo consenso possibile: uguaglianza, sviluppo, diritti e cittadinanza, solidarietà e democrazia Abbiamo deciso di fare un passo avanti, per far sì che il documento congressuale non sia più deciso da una piccola commissione del Comitato direttivo”. È un tentativo di sviluppare un documento completo, ma di farlo in modo leggibile, breve, in modo tale che si riesca a portare alla discussione il documento in quanto tale e non una sintesi, come abbiamo fatto nei congressi precedenti”.

“Temi molto sentiti anche sul nostro territorio in un momento fondamentale per il rilancio della Provincia di Savona, grazie all’Accordo di Programma con gli oltre 40 milioni di euro di finanziamenti pubblici (circa 20 ml dal Governo e circa 20 ml dalla Regione Liguria)”.

“La decisione è stata assunta dal Comitato direttivo del sindacato (10 marzo) che ha eletto la commissione politica, composta da 52 membri più i componenti la segreteria nazionale, e votato la delibera che dà il via al percorso congressuale. Tra il 5 aprile e il 18 maggio è previsto lo svolgimento di circa 1500 assemblee generali che si terranno nei luoghi di lavoro su tutto il territorio nazionale e interesseranno oltre 20 mila lavoratrici e lavoratori . Dal 20 giugno al 5 ottobre si svolgeranno, invece, le assemblee congressuali di base. A seguire e fino al 31 ottobre si terranno i congressi delle Camere del lavoro e delle categorie territoriali”.

I congressi delle strutture regionali avranno inizio il 5 novembre e si dovranno concludere entro il 24 dello stesso mese. A seguire, dal 26 novembre al 20 dicembre, si svolgeranno i congressi delle categorie nazionali dei lavoratori attivi e quello del sindacato dei pensionati della Cgil, che si terrà dal 9 all’11 gennaio del 2019.
Il percorso congressuale si concluderà a Bari, presso la Fiera del Levante, dove dal 22 al 25 gennaio avrà luogo il XVIII Congresso della Cgil nazionale.

“Siamo l’unica organizzazione in questo Paese che ”costruisce e progetta ” le proprie linee strategiche coinvolgendo così tante lavoratrici, lavoratori, pensionati e disoccupati, senza avere paura di parlare dei cambiamenti, discutendo di temi complessi ma necessari per immaginare un rilancio del nostro Paese che continua a non riuscire a dare un futuro ai giovani e alle persone che il lavoro lo hanno perso negli ultimi 10 anni” sottolinea ancora il segretario Cgil.

“Le assemblee generali hanno il compito di avanzare le proprie osservazioni e dare suggerimenti. Poi, attraverso la sintesi di questo enorme lavoro di partecipazione, si arriverà a determinare il documento che sarà alla base del prossimo congresso. Fatta salva la possibilità di presentare uno o più documenti alternativi. In ogni caso, il documento nascerà da un percorso partecipato che non ha precedenti nella storia della nostra organizzazione, né credo che nessun paragone sia possibile con i meccanismi di qualsiasi altra organizzazione” conclude Pasa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.