IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ceriale, spiagge libere sporche. Giordano all’attacco: “Troppe lamentele di residenti e turisti”

"L'attuale maggioranza è più impegnata a cercare la continuità per le prossime elezioni piuttosto che risolvere i problemi comuni"

Ceriale. “In queste ultimi giorni, da prima di pasqua, mi giungono segnalazioni di spiagge libere sporche, mi giungono dai turisti e soprattutto dai residenti, le segnalazioni si sprecano. Quello che non si capisce è il totale disinteresse da parte dell’amministrazione: sta capitando quello che è successo l’estate scorsa: l’assenza di pulizia fino giugno. Voglio ricordare che vicino ci sono due lunghi ponti: il 25 aprile e il 1° maggio”. La denuncia arriva dal consigliere comunale di minoranza Luigi Giordano, che torna all’attacco dell’amministrazione comunale in vista del doppio ponte primaverile.

“Mi meraviglia la scarsa attenzione ecologica dell’amministrazione, anche se riconosco il merito della bandiera blu della scorsa estate, ma allora a maggior ragione l’impegno di tenere le spiagge libere pulite tutto l’anno deve essere una costante non una tantum, l’impegno della pulizia delle spiagge deve essere di tutti, deve essere una priorità e una politica su cui contare, la mia non è solamente una critica, ma l’impegno come consigliere, di stuzzicare questa maggioranza a fare quello che un paese turistico deve fare, mi rendo conto che ormai questa maggioranza ha ancora fino al 10 giugno da governare” aggiunge l’esponente di minoranza.

“E forse adesso è più impegnata a cercare la continuità per le prossime elezioni piuttosto che risolvere i problemi comuni. Probabilmente è una seccatura da parte del delegato alle spiagge risolvere i problemi, impegnandosi di più a cercare soluzioni di continuità alle prossime elezioni con questa amministrazione. Bisogna capire che le spiagge libere non sono solo preziose, per gli spazi pubblici, ma sono anche ricchezza per il paese e pertanto bisognerebbe iniziare a far rispettare le regole come in fatto di pulizia fanno le spiagge private” conclude Giordano.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.