IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cairese: una goleada per festeggiare l’Eccellenza risultati foto

La squadra di Solari è matematicamente promossa con quattro giornate di anticipo e ne fa 8 al Sant'Olcese. Festa sugli spalti con il settore giovanile ad animare la giornata

Si tinge definitivamente di giallo e blu il campionato di Promozione, Girone A, con la festa grande della Cairese, matematicamente in Eccellenza grazie al sontuoso 8-1 rifilato al malcapitato Sant’Olcese che a sua volta con questo ko dice addio probabilmente ai sogni playoff.

saviozzi

Una giornata di grande festa a Cairo Montenotte con lo stadio tutto tinto gialloblù, spalti al completo e l’intero settore giovanile a fare da contorno gioioso e chiassoso intorno alla meritata campionessa del girone ponentino di Promozione. L’entusiasmo elettrizza anche gli undici scesi in campo sotto la direzione di mister Solari. Al 4° è già 1-0 con il colpo di testa di Alessi che supera abilmente Ferrada.

Raddoppio al 18° sull’asse dei “gemelli del gol” Alessi restituisce palla a Saviozzi che in corsa la piazza e fa 2-0. Ospiti che sono contratti, forse intimoriti, ma sicuramente fuori fase. Per loro la giornata non sarà certo di festa e ci vuole un ottimo Ferrada per evitare il tris in almeno tre occasioni. Al 44°, però ancora la premiata ditta Alessi & Saviozzi, confeziona un contropiede con il primo che solo davanti al portiere regala l’assist da libro cuore al compagno di squadra. Si va al riposo con un 3-0 che la dice lunga sull’andamento della gara.

Il secondo tempo riparte con la Cairese sempre in avanti e al 51° arriva il poker di Spozio che ribadisce in rete la respinta del palo sulla gran girata di Magnani. Passano cinque minuti e Magnani riscatta l’occasione precedente con un fulmineo contropiede che lo porta solo davanti a Ferrada il quale non può nulla e subisce il 5-0. Potrebbe finire anche tutto qui,  ma il Sant’Olcese si innervosisce e disunisce.

Non chiedono di meglio gli attaccanti locali: al 73° Magnani viene servito in area, palla alle spalle del portiere ed è doppietta per lui. Nella stessa occasione si complicano le cose per il Sant’Olcese che rimane anche in dieci a causa di qualche parola di troppo detta da Zangla verso l’arbitro. La partita prosegue e Alessi ancora in contropiede è letale: 7-0. Sussulto d’orgoglio degli ospiti poi che trovano il gol della bandiera con Albanese che riceve palla in area e gira di potenza alle spalle di Gianrossi. Al 90° Alessi trova anche il suo terzo gol della gara per il definitivo 8-1. Sugli spalti e in campo, può iniziare la festa.

Con il primo posto blindato da settimane ormai, è lotta serrata per i piazzamenti playoff. Importante la vittoria dell’Ospedaletti che fa valere il fattore campo contro il Bragno imponendosi per 2-1. Un risultato che si concretizza tutto nel primo tempo. Leka illude i biancoverdi con un gol immediato che, però tiene solo cinque minuti prima che Gambacorta rimetta in equilibrio la contesa. Gol – partita di Espinal al 22° e tre punti che fanno salire l’Ospedaletti a quota 40 punti, mentre il Bragno, pur conservando il quinto posto, scivola a -7 dall’Arenzano, seconda e possibile rivale playoff. Per i biancoverdi ora arrivano quattro gare da non sbagliare.

Non sbaglia invece, proprio l’Arenzano che si conferma seconda della classe grazie alla vittoria interna sul Borzoli. I ragazzi di Repetto giocano una buona partita, consapevoli che i punti valgono doppio in questa fase della stagione e con quattro giornate restanti, nulla è perduto, specie se si renderà protagonista di una tenuta come quella vista ad Arenzano.

Dopo un primo tempo equilibrato i padroni di casa passano in vantaggio al 55° con Dentici che vengono, però raggiunti da Esibiti che al 74° fa sperare il Borzoli. Ci vuole un guizzo di Damonte a due minuti dal termine per consentire agli arenzanesi di prendersi la posta piena respingendo allo stesso tempo l’attacco dell’Alassio.

I gialloneri infatti, con Battaglia ancora non al meglio e tenuto ai box in ottica playoff, hanno vinto con quello che viene definito risultato “all’inglese”, 2-0 sulla Voltrese. Similmente alla partita di Arenzano, in campo scendevano due squadre dagli obbiettivi opposti, ma il divario tecnico ha fatto la differenza. Alassini che segnano al 19° con Gerardi e al 43° con Lupo, amministrando con ordine nel secondo tempo e rinnovando la sfida con l’Arenzano per il secondo posto. Voltrese che invece resta in allerta, anche se la classifica può rassicurare almeno in parte i gialloblù che possono dirsi comunque vicini alla salvezza.

Voltrese che viene agganciata a quota 30 punti dal Ceriale che costringe il Campomorone sul pari, facendo rallentare l’undici valligiano che resta attardato rispetto all’Alassio. Reti che giungono tutti nel primo tempo con Illiano che la sblocca al 20° per i padroni di casa. Poi al 31° Bruzzone trova il varco giusto e batte Breeuwer per l’1-1 che sarà il risultato finale.

La Campese travolge il Taggia e conquista tre punti d’oro per la sua corsa salvezza. Quattro reti contro una squadra che non ha ormai più nessun obbiettivo, sfumati anche i sogni playoff. Apre le danze De Gregorio al 27° al quale risponde Rovella al 35° per l’1-1 con cui le squadre vanno al riposo. Nella ripresa si scatena la squadra di casa con la doppietta di De Gregorio che in apertura riporta avanti i suoi. Al 69° Ferrara mette il punteggio in sicurezza. Due minuti dopo un rigore di Criscuolo chiude la contesa. Finisce 4-1 e la Campese ci crede.

Finisce invece a reti inviolate Legino – Loanesi, con gli ospiti in lutto per la scomparsa di Bruno Piave, fratello del presidente rossoblù Ugo. Squadre che comunque giocano a viso aperto, ma senza esporsi. Gara di fine stagione tre due compagini che non hanno più nulla da chiedere alla stagione.

La Praese invece si tiene i tre punti a tavolino per il ritiro del Pallare che ha fatto discutere moltissimo fra tecnici e dirigenti del girone. Resta tanto amaro in bocca senza dubbio per quello che si può tranquillamente considerare l’ennesimo fallimento del sistema italiano.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.