IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Ho bisogno di te”, il primo film da regista dell’attore pietrese Manuel Zicarelli: “Parla d’amore, amicizia e omofobia” foto

Sarà l'unica pellicola italiana in concorso al "Riviera International Film Festival"

Pietra Ligure. S’intitola “Ho bisogno di te” ed è l’ultimo film dell’attore e regista pietrese Manuel Zicarelli. Sarà presentato in anteprima assoluta lunedì 30 aprile alle ore 19 presso il cinema teatro comunale di Pietra Ligure (ingresso libero, offerta non obbligatoria) e parteciperà – come unica pellicola italiana in concorso – al “Riviera International Film Festival”: la rassegna cinematografica dedicata ai registi under-35 che si terrà a Genova Sestri Levante dal 2 al 6 maggio.

IVG ha incontrato il giovane artista che ha scritto e diretto la pellicola in concorso al RIFF: “Ho iniziato a scrivere il testo circa 5 anni fa – spiega Zicarelli – e, riprendendolo in mano dopo un po’ di tempo, l’ho terminato in pochi giorni”. Dal testo, poi, il sogno di passare alla rappresentazione cinematografia: “Ero in una stanza d’albergo in Puglia, stavamo girando per una fiction, e lì ho avuto l’illuminazione: perché non trasformare la storia in un film?”. Inizialmente prova a mandare il racconto ad un concorso di scrittura, ma senza successo. Poi fa leggere il suo lavoro a Roberto Trovato, scrittore e professore di drammaturgia presso l’università di Genova, e riceve il suo plauso: “Avevo l’appoggio di un’autorevole figura del settore – commenta – ma per concretizzare l’idea servivano due cose imprescindibili: i soldi e l’entusiasmo”.

Così, nel cuore della notte, manda un messaggio all’amico Marco Placanica giovanissimo videomaker di Cairo Montenotte di fama internazionale – e gli chiede un parere: “Quando Marco mi ha dato il suo ok ho iniziato a contattare anche gli attori e tutti quelli che avrebbero potuto contribuire al progetto – spiega – persone che ho conosciuto durante la mia carriera e a tutti loro ho detto ‘ho bisogno di te’”. In poco tempo Zicarelli mette su una squadra di professionisti entusiasti e – con l’aiuto di alcuni sponsor – in 4 giorni gira una pellicola di 80 minuti praticamente a costo zero: “Tutti hanno messo il loro entusiasmo e le loro competenze al servizio del film – spiega – e lo hanno fatto gratuitamente perché credevano in un’idea e, probabilmente, avevano fiducia in me. Nella vita esistono i colpi di fortuna ma io credo fortemente nella dedizione e nel duro lavoro”.

Il già citato Marco Placanica, Francesco Pulze, Marino Lagorio, Roberto G. Pellegrino, Maicol Campisi, Davide Gandini, Anna Varaldo, Giovanna Stinga, Alessandro Panizza, Lorenzo Terenzi, Matteo Sintucci, Sarah Pesca e Melania Genna, Giovanni Astengo, Simone Astana e Maria Teresa Manigrasso, il giovane attore pietrese li menziona e li ringrazia tutti i suoi compagni di viaggio: “Entusiasmo, fiducia e disponibilità hanno reso possibile tutto quello che vedrete il 30 aprile – racconta Zicarelli – un grazie anche all’assessore al Turismo di Pietra Daniele Rembado e agli sponsor che ci hanno aiutato a pagare le spese vive della produzione come i viaggi, le cene e gli alberghi ma anche mettendo a disposizione le location dove abbiamo girato”. E su quest’ultimo aspetto colpisce un episodio che, in qualche modo, mina le basi di un luogo comune tutto ligure: “A volte si parla di Liguria come terra poco ospitale – spiega Zicarelli – eppure abbiamo girato all’interno di un residence di Pietra Ligure che ha messo a nostra disposizione – in maniera gratuita – i locali della struttura utili per il set: insomma, una bella testimonianza di disponibilità e collaborazione”. Un ringraziamento speciale, poi, Zicarelli lo riserva a Marcella Rembado, presidente dell’associazione “Barone Rampante”: Marcella rappresenta per me una figura importantissima perché ha contribuito molto alla mia crescita umana ed artistica”. 

“Ho bisogno di te” è un film ambientato ai giorni nostri che parla d’amore, amicizia e omofobia: “Tratta un argomento serio affrontato con ironia per far riflettere il pubblico – spiega Zicarelli – ed è indirizzato ai giovani ma è vietato ai minori di 14 anni non per via dei temi trattati ma perché viene utilizzato il turpiloquio e l’obiettivo della pellicola è quello di far riflettere, non quello strappare una facile risata grazie ad una parolaccia”. L’opera cinematografica, come detto, sarà l’unica pellicola italiana in concorso al “Riviera International Film Festival” e il giovane attore non nasconde la sua soddisfazione: “A valutare i film in gara saranno presenti personaggi qualificati e riconosciuti a livello internazionale – spiega – sarà quindi un grande onore partecipare a questa rassegna”.

Recentemente Zicarelli è comparso in tv all’interno della fiction di canale 5 “L’isola di Pietro” dove ha recitato insieme a Gianni Morandi e, nei prossimi mesi, sarà di nuovo protagonista nel piccolo schermo – su Raiuno – all’interno della serie tv “Il capitano Maria” con Vanessa Incontrada e Giorgio Pasotti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.