IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, convocato il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza in Prefettura

Cangiano: “Abbiamo bisogno di più uomini delle forze dell’ordine sul territorio e di espulsioni certe per gli irregolari”

Albenga. Il sindaco di Albenga chiama e la Prefettura risponde “Presente!”. L’appello lanciato nei giorni scorsi dal primo cittadino albenganese, in seguito ad una serie di episodi di cronaca che si sono consumati all’ombra delle torri ingaune non è rimasto inascoltato e il prefetto ha deciso di accogliere la richiesta del sindaco, convocando il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza, fissato venerdì pomeriggio, alle 16,30, in Prefettura, a Savona.

Cangiano, che nella trasferta savonese sarà accompagnato dal comandante della polizia municipale di Albenga Montan, ha già ben chiare le idee sulle richieste da avanzare in occasione dell’incontro.

“Pur ribadendo e riconoscendo il grande lavoro svolto dalle forze dell’ordine, con grande attenzione al territorio, ci troviamo nuovamente a richiedere qualche sforzo in più alla Prefettura, – ha spiegato il primo cittadino albenganese. – Nell’ultimo periodo i controlli sono aumentati, ma i recenti fatto di cronaca avvenuti in città, mi hanno spinto a richiedere questo incontro al prefetto, che ci tengo a ringraziare per la celerità nella risposta e la disponibilità dimostrata, come di consueto”.

“Albenga è una città che ha dei problemi, come molte altre, ma è anche vero che, nell’ultimo periodo, c’è stata una evidente ripresa soprattutto dal punto di vista commerciale e turistico. È il momento di implementare anche la sicurezza, con una ricetta che, a nostro avviso, dovrebbe passare attraverso tre punti fondamentali. Per questo durante il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza chiederemo una maggior presenza di uomini delle forze dell’ordine sul territorio: più uomini in divisa rappresentano un deterrente per i malviventi e una maggior percezione di sicurezza tra i cittadini. Ma chiederemo anche, compatibilmente con la complessa situazione nazionale, l’effettuazione di concrete misure di espulsione: se chi è irregolare sul territorio italiano delinque, è giusto che venga allontanato dal suolo nazionale. Infine, cercheremo di promuovere ancor con più forza la massima collaborazione tra tutte le realtà coinvolte, dalla Prefettura alle forze dell’ordine, passando per il Comune, sempre disponibile a dare ogni tipo di supporto”, ha concluso Cangiano.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.