IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, il Comune “cambia il look” a via Gramsci: al via i lavori di rifacimento e messa in sicurezza fotogallery

I dieci pini presenti sull’arteria stradale saranno abbattuti e sostituiti con altre alberature

Albenga. Hanno preso il via quest’oggi i lavori di rifacimento e messa in sicurezza di via Gramsci, a Vadino, che interesseranno l’area stradale nel tratto compreso tra la rotonda di via Piave e l’edificio delle Poste. Una zona che, col passare del tempo, ha subito pesanti danneggiamenti al manto stradale a causa della rigogliosa e incontrollata crescita delle radici dei dieci pini presenti.

“Si tratta di un intervento necessario e utile per rendere nuovamente percorribile una via utilizzata da molti cittadini. Verranno infatti sostituiti i pini marittimi che, con le loro radici, negli anni hanno danneggiato il manto stradale, creando enormi avvallamenti che ostacolavano sia il transito che il regolare parcheggio delle auto”, ha spiegato il vicesindaco Riccardo Tomatis.

Verificati i sottoservizi ed a seguito delle conclusioni della “Valutazione agotecnica dei dieci esemplari di pino domestico in via Gramsci” redatto dallo studio Verde Sas, con sede a Torino, “l’unica soluzione ritenuta accettabile è stato l’abbattimento dei dieci esemplari di pino domestico e la loro sostituzione con specie arborea di terza grandezza”.

Dopo il taglio, seguirà la fresatura dei ceppi delle alberature in profondità. Quindi, si passerà alla fresatura delle radici superficiali, manualmente e con mezzi di ridotte dimensioni, senza danneggiare i sottoservizi ed il muro esistente. Poi inizierà il rifacimento vero e proprio del manto stradale, verranno realizzate anche sei nuove aiuole e sarà rinnovata anche la cartellonista stradale.

“L’abbattimento dei pini marittimi si è reso purtroppo necessario in quanto l’apparato radicolare si è sviluppato solo nella direzione della strada, essendo dal lato opposto ostacolato dal muro di contenimento del Rio Avarenna”, ha aggiunto il vicesindaco.

L’opera pubblica, che avrà un costo di poco superiore agli 85mila euro, dovrebbe concludersi entro circa due mesi dall’inizio dei lavori.

“Questo ennesimo ulteriore intervento nel quartiere di Vadino dimostra quanto la nostra amministrazione abbia a cuore anche questa parte della città”, ha concluso Tomatis.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.