IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, una cena solidale per contribuire all’apertura di una pizzeria gestita da ragazzi autistici a Milano

L’iniziativa porta la firma del ristorante-pizzeria Sunday di viale Che Guevara

Albenga. Creare un locale, nello specifico una pizzeria, gestita interamente da ragazzi autistici (ovviamente affiancati da professionisti della ristorazione e della riabilitazione) a Milano. Oggi è possibile grazie al progetto “Pizzaut – Nutriamo l’inclusione” ma, a mancare, almeno per il momento, sono i fondi necessari.

“Troppo spesso, – si legge sul sito ufficiale del progetto Pizzaut, – i ragazzi con autismo sono esclusi dal mondo del lavoro e dalle relazioni sociali, come genitori di bimbi con autismo lo verifichiamo ogni giorno sulla nostra pelle e con i nostri ragazzi. Ci siamo resi conto che con attenzione, delicatezza e determinazione questa situazione si può cambiare e per questo abbiamo deciso di investire le nostre energie e le nostre risorse in un progetto capace di costruire oggi un presente ed un futuro diverso, dove integrare le persone autistiche non perché bisognose di aiuto, ma perché portatrici di competenze e di benessere”.

“Un locale per la famiglia ma anche per i giovani, un luogo dove stare bene e divertirsi con prodotti ricercati, un locale dai tempi lenti dove non bisogna andare a mangiare una pizza quando si hanno cinque minuti e poi si corre via, ma un locale dove trovarsi e ritrovarsi in una dimensione temporale e relazione fuori dalle frenesie che mettono in difficoltà chi è affetto da autismo ma che fanno male anche ai cosi detti normali”.

Il progetto è già sbarcato persino sulle reti televisive nazionali, nell’ambito di una puntata del programma Mediaset “Tu si qui vales”. Ed è stata propria in quell’occasione che la “scintilla” è scoccata nella mente di Carmelo Furci, ristoratore albenganese che gestisce il ristorante-pizzeria Sunday, in viale Che Guevara.

“Abbiamo visto l’iniziativa in televisione e ce ne siamo subito innamorati, – ha spiegato Furci. – Siamo rimasti letteralmente stregati dalla bontà di questo progetto e il giorno successivo mi sono subito messo in contatto con gli organizzatori. Ne è seguita una visita a Milano, durante la quale abbiamo partecipato ad un ricevimento da loro organizzato e abbiamo deciso di dargli una mano”.

Come? Con una cena solidale, al termine della quale l’intero ricavato sarà devoluto per favorire la realizzazione del progetto. Finora, come si evince dal sito Pizzaut, sono stati ben 1406 i donatori e 53mila euro è la somma raccolta finora. L’obiettivo è raggiungere quota 60mila e, per riuscirsi, una grossa mano potrebbe arrivare proprio da Albenga.

La cena solidale, alla quale prenderanno parte anche una delegazione dell’associazione Ama di Ceriale dei Fieui di Caruggi di Albenga, andrà in scena domani sera, alle 19, proprio al ristorante Sunday.

“Questi ragazzi, che abbiamo conosciuto di persona, sono fantastici: hanno uno spirito forte, voglia di fare, di creare e lavorare. Diamogli una mano”, ha concluso Furci.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.