IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga ha accolto gli studenti di Bobbio per celebrare l’Anno Europeo del Patrimonio Culturale foto

I ragazzi hanno fatto visita al centro storico ingauno e alla mostra Magiche Trasparenze

Albenga. Ieri il direttore della Fondazione Oddi di Albenga Badino ha accolto gli studenti di Bobbio (PC) ad Albenga e li ha accompagnati alla scoperta del centro storico, oggetto di studio da parte degli studenti della scuola secondaria di via degli Orti, che hanno scritto per gli amici di Bobbio ciò che loro amano di più di Albenga per poterli simbolicamente accompagnare alla scoperta della piana del Centa.

“I ragazzi e le insegnanti, – ha dichiarato Manuela Bertoncini dell’associazione culturale Green Butterflies, – sono stati affascinati dalle bellezze custodite nella cinta delle antiche mura e si sono più volte soffermati a fotografare le architetture, le piazzette infiorate che ospitano i personaggi delle favole. Sembrava proprio l’inizio di una favola quando a febbraio è iniziato il progetto nelle scuole di Albenga e Bobbio sulle orme di due santi (San Martino e San Colombano) di straordinaria importanza per l’Europa di ieri e di oggi. Albenga e Bobbio distanti tra loro come lo furono negli anni in cui vissero Martino e Colombano, ma la comune eredità culturale annulla le distanze e così giovani cittadini europei di Bobbio ed Albenga si ritrovano fianco a fianco nella realizzazione del progetto e si sentono più vicini riscoprendo la comune eredità culturale attraverso lo studio, il viaggio, la ricerca”.

Il lavoro delle scuole attraverso il Progetto Peregrinus è stato inserito nelle iniziative culturali che celebrano l’Anno Europeo del Patrimonio Culturale. Simbolo della gita dei ragazzi piacentini è l’Isola Gallinara che ha accolto San Martino e i monaci provenienti da Bobbio.

“Albenga e i suoi cittadini testimoniano oggi lo spirito di accoglienza, l’amore per il territorio, il rispetto per la cultura ed il desiderio di condivisione che animò i due Santi le cui tracce persistono ancora oggi sul territorio attirando giovani da diverse parti d’Italia e d’Europa”, ha aggiunto Bertoncini.

Già in passato, giovani irlandesi furono accolti ad Albenga e suonarono in piazza San Michele insieme agli studenti di via degli Orti, insegnanti irlandesi visitarono le scuole ed il centro storico, ieri i piacentini di Bobbio hanno scattato fotografie che hanno portato a casa per raccontare un mare di emozioni.

Gli studenti di Bobbio hanno potuto vedere Albenga attraverso lo sguardo dei bimbi delle scuole primarie di Carenda e Campochiesa, della prima infanzia di San Fedele e via degli Orti che hanno partecipato al progetto gli scorsi anni realizzando elaborati che raccontano della Valle del Centa, dell’Isola Gallinara, di Albenga, elaborati e messaggi resi disponibili anche agli studenti irlandesi coinvolti.

Un orizzonte aperto quello sul quale si affaccia la Valle del fiume Centa. Prima di partire una sosta sulla soglia di Palazzo Oddo poi insegnanti e studenti abituati alle bellezze di Bobbio sono stati conquistati dalle Magiche Trasparenze, i vetri dell’antica Albingaunum custoditi nelle sale del prestigioso palazzo. Nel salutarsi una promessa ed un invito: “torneremo” e “vi aspettiamo a Bobbio!”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.