IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alassio 2018, dopo il “No” a Melgrati prende forma la lista (targata Pd) di Loretta Zavaroni

La squadra del medico alassino sarebbe la quinta a correre alle elezioni comunali

Più informazioni su

Alassio. Ad Alassio sono quattro, al momento, le liste annunciate in vista delle prossime amministrative 2018. Da quella dell’attuale sindaco Enzo Canepa a “Melgrati Sindaco” di Marco Melgrati, passando per “Alassio X Noi” di Aldo Demichelis e “Alassio Volta Pagina”. Ma a far rumore è sempre lo stesso “nome in rosa”. Una figura di spicco del panorama politico alassino, ambita da tutti, ma che alla fine, ormai quasi certamente, correrà “in proprio”.

Si tratta del medico alassino Loretta Zavaroni che, dopo gli abboccamenti con scarso esito tentati da Melgrati e dopo le prove di intesa, fallite, con “Alassio Volta Pagina”, pare si stia muovendo, eccome, per creare la propria lista, targata Pd.

Benché manchino ancora conferme ufficiali dalla diretta interessata, infatti, membro di spicco della squadra di Zavaroni sarà con ogni probabilità Martino Schivo, definito dai più “uomo forte della corrente renziana”. Ma non solo. Al fianco di Zavaroni sembra certo il coinvolgimento di Claudio Sivalli (ex direttore dell’hotel Spiaggia di Alassio), dell’avvocato Marco Bertolino, del giovane Roberto Barbero (da sempre figura cardine della Festa dei Colori di Alassio) e dell’albergatore Giuseppe Vena. Forte anche la componente femminile, che dovrebbe vantare nomi del calibro di Chicca Ienca (ex assessore alla cultura della giunta Avogadro) e degli avvocati Diana Berardi (area Pd) e Marta La Guardia (ex lista Avogadro).

Seppur ancora in dubbio, poi, si fanno largo con forza anche i nomi di Fabrizio Calò, ex assessore della giunta Melgrati ed ex esponente di Forza Italia (nel caso, uno sgambetto non da poco nei confronti di Melgrati) e dell’avvocato Franca Giannotta di “Insieme X”.

Più incerto, invece, il destino di Piera Oliveri attuale capogruppo di “Progetto Alassio” che pare essere corteggiata senza sosta dal centrodestra del primo cittadino Canepa e che, più di una volta, è stata accostata a Zavaroni. Ma Olivieri, dopo il tentativo fallito di intesa con “Alassio Volta Pagina”, sembrerebbe pronta a “smarcarsi” in via definitiva da tutti.

“Del centrodestra preferisco non parlare, – ha dichiarato Olivieri. – Per quanto riguarda le altre liste, invece, ero dell’avviso che si dovessero unire tutte assieme per dare una vera possibilità di cambiamento dopo vent’anni di amministrazioni di centrodestra ad Alassio. Non ci sono riuscita e di questo mi rammarico molto. Per questo motivo, a meno di ribaltoni dell’ultimo minuto, ribadisco la mia volontà di rimanere ‘a casa’ e di non prendere parte alla competizione elettorale”.

Stando sempre alle indiscrezioni, come Olivieri, anche altre due figure cardine di “Progetto Alassio”, Giacomo Nattero e Paola Arrighetti, sembrerebbero pronti a fare un passo indietro dal mondo della politica alassina in vista delle elezioni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.