IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Al Falcone di Loano un seminario sulle tecniche di miglioramento sismico degli edifici

Destinato ai professionisti del settore delle costruzioni

Loano. Il miglioramento della sicurezza sismica degli edifici è stato l’argomento affrontato il 20 aprile all’istituto “Giovanni Falcone” di Loano, polo tecnico che ospita i corsi di costruzione ambiente e territorio (ex geometra), grafica e comunicazione, amministrazione finanza e marketing (ex ragioneria), sistemi informativi aziendali, turismo e, dal prossimo anno, liceo scientifico delle scienze applicate.

Spiega la dirigente scolastica Ivana Mandraccia: “Proseguendo la collaborazione, da sempre rilevante, dell’istituto con il mondo del lavoro, anche attraverso le molteplici attività di alternanza scuola-lavoro, in cui la scuola è impegnata, si è tenuto un seminario di aggiornamento professionale destinato ai professionisti del settore delle costruzioni. Architetti, geometri e ingegneri si sono confrontati con le problematiche complesse ma importantissime della progettazione strutturale degli edifici che tenga in dovuta considerazione gli effetti prodotti da eventi sismici. L’argomento è quanto mai di attualità in quanto l’attenzione per migliorare la sicurezza del patrimonio edilizio esistente è in crescita e le opportunità per beneficiare di agevolazioni fiscali per interventi che aumentano la sicurezza strutturale rendono meno gravoso per le tasche dei proprietari affrontare queste opere”.

Il seminario è stato organizzato dall’istituto Falcone, grazie alla collaborazione della ditta Softing di Roma, azienda che si occupa da oltre quaranta anni di software di progettazione strutturale, e all’ordine dei commercialisti della provincia di Savona. I relatori che con passione e competenza hanno affrontato le impegnative tematiche sono stati: l’ingegnere Stefano Vellucci, collaboratore della Softing, specializzato nella progettazione strutturale e in particolare esperto di miglioramento strutturale di edifici nonché di modellazione agli elementi finiti. Nella sua carriera è intervenuto in svariati importanti monumenti di Roma per conservarne strutturalmente l’integrità come l’Anfiteatro Flavio, in diversi edifici del Foro Romano, la Casa di Augusto e molti altri. Con grande padronanza della materia ha affrontato alcune problematiche tipiche dell’ingegneria sismica, anche in relazione alle nuove normative Ntc 2018, entrate in vigore da circa un mese e alle opportunità del cosiddetto Sismabonus, ovvero la possibilità che, raggiungendo un miglioramento della sicurezza sismica dell’edificio, si può accedere a agevolazioni fiscali, che in determinate situazioni, possono arrivare all’80 per cento di quanto speso.

Gli aspetti fiscali del Sismabonus sono stati poi affrontati dalla dottoressa Elena Ravera e dal dottor Andrea Mamberto, in rappresentanza dell’ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Savona, che hanno completato il seminario, sottolineando che anche per figure prettamente tecniche, come architetti, geometri e ingegneri è oggi richiesta una competenza anche sugli aspetti fiscali, in modo da poter fornire adeguato supporto alla committenza nell’impostare lavori tecnicamente ed economicamente importanti. Queste tematiche, ovviamente opportunamente bilanciate, sono state affrontate anche nella mattinata con gli allievi delle classi quarte e quinte del corso costruzioni ambiente e territorio.

“Per i nostri tecnici in erba è stata una interessante occasione di affrontare problematiche complesse e importanti con cui dovranno confrontarsi nella loro vita lavorativa. Il miglioramento degli edifici esistenti è sicuramente la sfida dei prossimi anni. Non semplice ma quanto mai fondamentale. I terremoti fanno parte della vita del nostro pianeta. Vivere in case, scuole, ospedali, edifici pubblici che ci proteggano quando la natura libera la sua energia è uno dei principali e irrinunciabili traguardi della tecnologia edilizia dei nostri giorni”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.