IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Al Comune di Pietra Ligure la Bandiera Lilla per il turismo accessibile

La cerimonia di consegna del riconoscimento si terrà venerdì 20 aprile alle 17.30 prezzo Exposanità a Bologna Fiere

Pietra Ligure. Il Comune di Pietra Ligure ha ottenuto la Bandiera Lilla, il marchio che promuove e incentiva l’accesso al turismo per le persone con disabilità premiando e supportando quelle amministrazioni che prestano una particolare attenzione a questo target turistico e si attrezzano a questo scopo. La cerimonia di consegna del riconoscimento si terrà venerdì 20 aprile alle 17.30 prezzo Exposanità a Bologna Fiere.

“Mettere al centro della propria attività amministrativa la risoluzione dei problemi concreti di cittadini e territorio – spiegano il sindaco Dario Valeriani e l’assessore ai servizi sociali Paola Carrara – presuppone la predisposizione di strumenti idonei a ‘mappare’ i reali bisogni in considerazione delle peculiarità della propria comunità. Trattare di accessibilità ed abbattimento barriere architettoniche significa focalizzare la propria attenzione sulle esigenze concrete di persone che, nonostante una disabilità, sono titolari del diritto a vivere pienamente la propria vita”.

“A fronte di un quadro normativo regionale nazionale e sovranazionale, apparentemente esaustivo, ogni giorno le persone con disabilità si trovano dinnanzi una moltitudine di piccoli e grandi ostacoli che limitano l’espletamento delle azioni nel proprio normale vivere di ogni giorno. Attuare quanto previsto dalle norme comporta, pertanto, saper predisporre ed attuare interventi idonei a migliorare la qualità della vita di tutti coloro che sono portatori di una disabilità”.

Da oltre dieci anni il Comune di Pietra Ligure “ha intrapreso un proficuo rapporto di collaborazione con tutte le realtà territoriali operanti nel settore della disabilità.Attraverso il dialogo ed il confronto con chi ha diretta cognizione delle problematiche si riescono a trovare soluzioni concrete capaci di adattarsi alle specifiche necessità. In tale contesto si inserisce il rapporto di collaborazione tra il Comune di Pietra Ligure e l’Associazione Nazionale Mutilati Invalidi Civili, sfociato nella costituzione dello Sportello Amnic. Nel concreto i tecnici comunali, in collaborazione con Luciano Pesce, Responsabile dello Sportello Amnic di Pietra Ligure, hanno svolto diversi sopralluoghi di verifica circa la presenza di barriere architettoniche nel territorio cittadino con l’obiettivo di predisporre un elenco di interventi al fine di migliorare la fruibilità cittadina al fine di implementare il grado di interazione sociale delle persone con disabilità”.

“Questa sinergia – proseguono i due amministratori – ha reso possibile evidenziare le specifiche criticità andando oltre l’astratto dettato normativo ed avendo l’opportunità di soffermarsi sui bisogni specifici derivanti dalle diverse forme di limitazione conseguente alle diverse forme di disabilità. L’amministrazione comunale, a testimonianza della grande sensibilità verso questa tematica, ha prontamente recepito le risultanze di questo ‘screening’ adottando i necessari atti amministrativi affinché potessero procedere i lavori di abbattimento delle barriere architettoniche. Da questa indagine è emerso come, spesso, non siano necessari interventi grandiosi per migliorare, sostanzialmente, la qualità della vita di un disabile. Eliminazione di gradini da alcuni marciapiedi, superamento di avvallamenti del manto calpestabile, realizzazione di rampe di raccordo, messa in sicurezza di attraversamenti pedonali sono solo alcune tipologie di interventi finanziati e realizzati. Porre in essere interventi tesi a migliorare l’accessibilità cittadina rappresenta una grande opportunità per migliorare la qualità della vita di tutti i cittadini e turisti presenti a Pietra Ligure”.

“La cerimonia di consegna della Bandiera Lilla testimonia l’impegno di questa amministrazione affinché Pietra Ligure diventi progressivamente una città a misura di tutti e nella quale ciascuno possa vivere al meglio. Sensibilizzare l’opinione pubblica su questi temi risulta essenziale al fine di abbattere quelle barriere mentali che impediscono di percepire quanto accessibilità possa significare crescita e sviluppo sociale culturale ed economico”, concludono Valeriani e Carrara.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.