IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“AdottiAmo Savona”, Vigilanza STS concede al Comune un dispositivo per stanare i “furbetti della spazzatura” foto

L'apparato video è stato consegnato in comodato d'uso gratuito, contribuirà anche alla lotta allo spaccio e al controllo delle spiagge

Savona. Un apparato MVE (Mobile Video Equipment) che potrà essere utilizzato per il controllo del territorio e la repressione di atti illegali come, ad esempio, lo smaltimento abusivo dei rifiuti. E’ quello concesso in comodato d’uso gratuito al Comune di Savona dall’istituto di vigilanza STS nell’ambito dell’iniziativa “AdottiAmo Savona” lanciata a novembre dall’amministrazione.

“AdottiAMO Savona” è infatti lo slogan con cui viene identificato il nuovo regolamento, stilato su iniziativa del vice sindaco Massimo Arecco, dedicato ai contratti di sponsorizzazione con soggetti pubblici o privati. Frutto delle difficoltà del bilancio comunale, il regolamento permette all’amministrazione di acquisire sponsorizzazioni da parte i “qualificati soggetti privati e pubblici, al fine di acquisire risorse utili per ottenere miglioramenti apprezzabili della qualità dei servizi erogati, sostegno allo sviluppo di progettualità e iniziative innovative”.

La prima azienda ad aderire era stata Rivierauto Galvagno Spa, che a gennaio aveva concesso in comodato d’uso gratuito per quattro mesi una Nissan Micra come auto di rappresentanza. Ed oggi al progetto ha aderito la Vigilanza STS, azienda radicata sul territorio savonese che già in passato ha dimostrato di essere “vicina” all’amministrazione e alle esigenze del tessuto sociale prestando la propria opera gratuitamente, ad esempio, per l’apertura di Palazzo Santa Chiara o durante la maratona a favore delle zone terremotate.

Questa mattina l’istituto di vigilanza ha concesso in comodato d’uso gratuito al Comune una telecamera mobile che, almeno inizialmente, verrà impiegata per incastrare i “furbetti” della spazzatura, ossia chi utilizzerà i cassonetti in modo illecito. La telecamera, mascherata da una livrea mimetica, è autoalimentata e trasmetterà le immagini al comando della polizia municipale. Alla consegna erano presenti il vicesindaco Arecco, l’assessore Maurizio Scaramuzza, l’amministratore di Vigilanza STS Aniello D’Anna ed il direttore Giuseppe Russo.

adottiamo savona vigilanza sts scaramuzza arecco d'anna

“Sarà la polizia locale a collocarla nei posti più adatti – spiega Scaramuzza – potrà essere impiegata per il controllo del conferimento dei rifiuti, delle spiagge o di alcune zone di spaccio come ad esempio piazza delle Nazioni. Il dispositivo ha molteplici usi possibili, e la impiegheremo in tutte le zone di Savona che presentano qualche criticità, ovviamente senza comunicarne la presenza. Questo è solo un primo passo del nuovo regolamento, le aziende stanno iniziando a comprenderlo e la donazione di oggi lo dimostra”.

“Sono soddisfatto che il regolamento AdottiAmo Savona stia funzionando – concorda Arecco – e stia permettendo piano piano di reperire risorse tra soggetti privati, associazioni e aziende. La telecamera mobile permetterà di intervenire per sanzionare chi abbandona i rifiuti o delinque, oppure ancora per monitorare il territorio”.

“Oggi si consolida ulteriormente il rapporto tra la Vigilanza STS è il comune di Savona – è il commento di D’Anna – Abbiamo messo a disposizione dell’amministrazione comunale una soluzione di videosorveglianza mobile, svincolata da esigenze di alimentazione elettrica e collegamento a reti wifi presenti sul territorio. Il sistema potrà essere utilizzato come deterrente contro lo sversamento indebito di rifiuti così come per il controllo di criticità sul territorio, quali incendi, frane e inondazioni. La possibilità di autofinanziamento, derivante dalle sanzioni, offrirà la possibilità di integrare il presente apparato con altri analoghi, per un’ulteriore migliore prevenzione sul territorio, a tutto vantaggio della comunità”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.