IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Incendio sulla A10, riapertura provvisoria entro domattina: i lavori termineranno dopo i ponti festivi

Berrino durissimo: "Non è accettabile che un incidente spezzi la Liguria in due per giorni, vanno rivisti i protocolli di emergenza"

Più informazioni su

AGG. ore 23.30: la galleria è stata riaperta a una corsia.

Liguria. “I responsabili di Autofiori garantiscono entro domattina la riapertura della galleria danneggiata, in una careggiata, verso ponente, che sarà pienamente operativa, in serata, per rientro da Ventimiglia a Levante“. Lo afferma l’assessore regionale ai trasporti e al turismo Gianni Berrino, che ha contattato la società per avere aggiornamenti sui lavori in corso a seguito dell’incidente verificatosi ieri sulla A10 tra Savona e Spotorno, con l’incendio di un pullman in galleria (leggi l’articolo e guarda le foto), che ancora oggi sta causando lunghissime code in autostrada e, conseguentemente, sull’Aurelia.

Secondo quanto riferito, il tratto verrà riaperto (sebbene a una sola carreggiata) entro domattina; la galleria verrà poi chiusa nuovamente nella notte del 25 aprile per consentire la bonifica, lavori di ripristino e messa in sicurezza per consentire la successiva piena apertura, anche in direzione ponente. Dopo i ponti del 25 aprile e 1 maggio, saranno completati i lavori nelle giornate feriali.

Rassicurazioni che, però, non hanno reso meno duro il commento di Berrino: “Non è accettabile che nel fine settimana di apertura di Euroflora e del primo assaggio d’estate, un incidente, come quello verificatosi ieri, lasci la Liguria spezzata in due per giorni. Se il protocollo di emergenza (come mi hanno riferito i responsabili del tronco autostradale interessato) è questo, evidentemente va rivisto e aggiornato profondamente. Come ha già detto il presidente Toti, siamo disponibili a un tavolo tecnico per rivedere il piano delle emergenze”.

“Non è accettabile, inoltre – tuona l’assessore – che i responsabili di società Autostrade e Autofiori facciano dichiarazioni allarmistiche per disincentivare i turisti a venire in Liguria, invadendo campi non di loro competenza. Per raggiungere la Liguria di Ponente c’è una viabilità alternativa a quella autostradale, dal colle di Cadibona, al Col di Nava, al Col di Tenda, percorso decisamente piacevole per un tour nell’entroterra, alla via Aurelia; e c’è naturalmente anche la ferrovia. Invito i turisti che vogliono venire nella nostra regione a utilizzare questi collegamenti. Penalizzare, con dichiarazioni catastrofiche, le migliaia di nostri operatori turistici in questo periodo che segna, di fatto, l’avvio della stagione pre estiva non è accettabile”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.