IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Un Savona Rugby tutto cuore regge agli Amatori Genova e porta a casa la vittoria risultati fotogallery

La squadra allenata da Antonello Pischedda si è imposta sul campo di Sant'Olcese, frenando i tentativi di meta dei blaugrana

Savona. Nel recupero del quarto turno della poule Promozione del campionato di Serie C1 il Savona ha battuto in trasferta l’Amatori Genova per 14 a 15 al termine di un incontro interamente giocato sotto la pioggia battente.

Nel rugby di solito vince sempre la più forte; sarebbe probabilmente accaduto anche a Sant’Olcese se l’Amatori avesse puntato a vincere (per i 4 punti) invece che cercare il bonus offensivo (1 punto in più) che si ottiene se si vince segnando più di quattro mete. L’Amatori ha fatto sue le fasi statiche e con questo ha alimentato innumerevoli palloni ai suoi trequarti; ha attaccato per l’80% del tempo ed anche come percentuale di possesso si assesta sullo stesso numero. Inspiegabilmente e fino all’ultimo minuto ha giocato, cercando la meta, tutti i piazzati che l’arbitro le ha concesso, quando sarebbero bastati tre punti per vincere l’incontro.

Il Savona ha tenuto il campo con una determinazione tattica perfetta: rompere il gioco dell’avversario, spostare l’azione nella metà campo avversaria, sfruttare ogni possibilità per accumulare punti cercando i pali ad ogni occasione. A questo si aggiunge un’ulteriore prestazione maiuscola nel gioco difensivo che ha reso vani gli attacchi genovesi. Non è stata una partita spettacolare ma estremamente pragmatica, il sodo verso il bello.

Nella lunga sosta occorsa per il Sei Nazioni gli allenamenti sono tornati ai fondamentali, il placcaggio prima di tutto; nel match di Sant’Olcese i frutti si sono visti, testimonianza del fatto che l’umiltà continua ad essere un fattore critico di successo nel rugby.

Dopo una breve fase di studio l’Amatori parte subito in attacco; la tattica, reiterata in tutto l’incontro, è di lanciare più fasi con la palla in mano e a seguire calciare lungo nella difesa savonese cercando di guadagnare terreno. Compresa la tattica dell’avversario, il Savona ha risposto con prese sicure, controcalci altrettanto spiazzanti, riuscendo ad ottenere il desiderato vantaggio territoriale.

In questo modo sono nati i calci piazzati di Ademi, in splendida giornata, al 10° ed al 17°. Due minuti dopo è il turno di Costantino che ricevuto un pallone nei ventidue trova l’ispirazione per un drop che annichilisce gli avversari. Sullo 0-9 monta il nervosismo dell’Amatori che, presumibilmente, si aspettava un copione ben diverso. I genovesi attaccano con forza ma vengono arginati con ordine da un Savona ritrovatosi saggio ed attendista.

Gli sforzi blaugrana sono premiati dalla meta di Verhofstad al 30° trasformata che li porta a ridosso del Savona (7-9). Con freddezza Costantino continua a calciare in modo molto oculato le linee arretrate genovesi, creando le premesse per gli ulteriori piazzati di Ademi al 33° ed al 36°. Il tempo si chiude sul 7-15, fra l’agitazione dei giocatori di casa e lo stupore dei loro sostenitori.

Nella ripresa si fa ancora sentire il nervosismo e l’arbitro mostra cartellini gialli ad entrambe le squadre. Nonostante questo il Savona non si scosta dal suo gioco, mantenendo la posizione. Al 10° l’unica marcature del tempo, di Colloca, che infiamma la tribuna: 14-15 e 30 minuti ancora da giocare. Da qui in poi, ecco la sciagurata strategia dell’Amatori di giocare ogni punizione, sottovalutando la possibilità dei tre punti, concessa almeno in quattro occasioni.

Al termine dell’incontro la gioia meritatissima dei giocatori savonesi che hanno creduto nella vittoria interpretando una partita nella quale Davide ha battuto Golia.

Il tabellino:
Amatori Rugby Genova – Savona Rugby 14-15 (p.t. 7-15) (punti 1-4)
Amatori Rugby Genova: D. Marshallsay, Semino (s.t. 1° Tempesta), Panizza, Filippone, Falchi, M. Colloca, T. Colloca, Gargiulo, Abbruzzese (s.t. 1° Pidalà), Zerbetto (s.t. 1° Palomba), Verhofstad (s.t. 1° Benveduti), Viacini, Giacobbe, Bia (s.t. 1° Riccobono), Panetta (s.t. 1° Mastrangelo). A disposizione: Sacchini. All. Paul Marshallsay.
Savona Rugby: Franceri, Rossi, Scorzoni, Ademi, Serra, Costantino, Bernat (Ermellino), Amato, Berellini, Guida, Urbani, Pivari (Maruca), Sheu, Badino (Giacobbe), Magnaghi. A disp Lanza, Berta, La Macchia. All. Antonello Pischedda.
Arbitro: Amone (Pisa).
Marcature: p.t. 10° cp Ademi (0-3), 17° cp Ademi, 19° d Costantino (0-9), 30° m. Verhofstad tr Marshallsay (7-9), 33° cp Ademi (7-12), 36° cp Ademi (7-15); s.t. 10° m T. Colloca, tr M. Colloca (14-15).

Per quanto riguarda il settore propaganda, sabato scorso una selezione dell’Under 12 del Savona ha tenuto un allenamento congiunto con i pari età dell’Asti Junior. I due club hanno deciso di disputare insieme il torneo Baie des Anges che si svolgerà a Nizza il 25 aprile; il responsabile del settore Ulisse Becher ha quindi individuato una decina di atleti che per rendimento scolastico e poi sportivo sono stati scelti per l’importante impegno. A breve seguirà un secondo allenamento a Savona.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.