IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Torneo Beppe Viola: nella finalissima Torino favorito foto

Lo speciale Settore Giovanile del ct Vaniglia

Si è giunti all’ultimo atto del Torneo di Arco di Trento e ci si appresta a vivere il gran finale della 47ª edizione della nota kermesse internazionale di calcio giovanile dedicata agli Under 17.

In campo oggi, martedì 13 marzo – con calcio di inizio per la prima volta alle ore 18:00 presso il glorioso stadio di via Pomerio – Bologna e Torino, due club dall’elevato tasso di blasone e prestigio, nati agli albori del secolo passato e che complessivamente vantano nel proprio palmarès qualcosa come 14 scudetti si daranno battaglia per aggiudicarsi l’ambito traguardo, succedendo così all’Atalanta vincitrice delle ultime due edizioni.

Per i felsinei primo posto in un Girone C piuttosto livellato con due successi nella prima fase: 2-1 contro i danesi del Brøndby e secco 3-0 alla Rappresentativa Lega Pro; nel mezzo lo scivolone (0-3) con la Roma, che a dispetto dei pronostici iniziali si è dovuta accontentare della seconda piazza. In semifinale, poi, il Bologna ha avuto la meglio sulla Sampdoria uscendo vincente dalla lotteria dei calci di rigore (dopo che i tempi regolamentari si erano chiusi a reti inviolate): l’estremo difensore del Bologna Thomas Fantoni ha neutralizzato la decisiva battuta dal dischetto del blucerchiato Orlando per la soddisfazione del tecnico rossoblù Paolo Magnani“Accedere in finale è certamente motivo di orgoglio e prestigio per tutto il nostro settore giovanile”, ha dichiarato l’allenatore che figura nello staff emiliano dal 2005, “siamo felici ed ora intendiamo vincere il trofeo, sarebbe la ciliegina della torta, anche se arriviamo alla sfida decisiva indeboliti da alcuni infortuni”.

Il Bologna si affida ai colpi del suo numero 10, Simone Rabbi, sempre abile ad imbeccare i due riferimenti offensivi, Jonathan Adusa e Simone Benincasa. A comandare la difesa c’è Denis Portanova, figlio d’arte: papà Daniele, anch’egli centrale difensivo, ha alle spalle oltre 300 presenze in massima serie.

Squadra atleticamente ben attrezzata anche il Torino, che fa dell’agonismo e dell’organizzazione tattica i propri punti di forza. Capitan Spaneshi è l’esterno basso di difesa sulla corsia di destra, dalla parte opposta giostra Christian Celesia: due spine nel fianco per qualsiasi avversario. Qualità davanti garantita da Matteo Del Bianco – giunto in granata dal Carpi nello scorso mese di gennaio con un biglietto da visita di 5 gol in 226 minuti giocati fin qui – e Niccolò Moreo, autore della perla su calcio piazzato che all’ultimo respiro ha spalancato al Torino le porte della finale e infranto i sogni di gloria del ChievoVerona. Il Torino aveva chiuso il Girone A al comando in coabitazione col Milan, ma i granata hanno guadagnato l’accesso al turno successivo in virtù del successo ai rigori nello scontro diretto coi rossoneri. Cinque punti nel girone iniziale conquistati grazie anche al pari per 1-1 con l’Hellas Verona e al successo per 3-1 con la Rappresentativa Trentino.

Il tecnico granata Marco Sesia apprezza quanto la sua squadra ha saputo fare al Trofeo Beppe Viola 2018“Qui si tende a giocare a pallone in senso stretto – afferma l’ex centrocampista – la manovra parte sempre dalle retrovie. Proveremo con tutti i nostri mezzi ad imporci nella finalissima, ma la strada intrapresa è certamente quella giusta a prescindere dal risultato dell’ultimo atto. Il Trofeo Beppe Viola è un torneo prestigioso e poi Arco offre uno scenario incantevole, e l’organizzazione è davvero impeccabile”.

Bologna e Torino vantano una affermazione a testa nel Trofeo Beppe Viola: rossoblù più forti di tutti nel lontano 1978, granata nel 1993. Chiunque vincerà, succedendo nell’albo d’oro all”Atalanta, spezzerà dunque un lungo incantesimo.

Sempre nel primo pomeriggio di oggi Arco ospiterà anche le finali del Torneo Femminile legato al Trofeo Beppe Viola: alle ore 10.00 in ballo il terzo e quarto posto a Romarzollo tra Verona Women e Inter Milano; alle 14.30 la finalissima tra Res Roma e Fiorentina presso l’impianto sportivo di via Pomerio. Prima del calcio di inizio dell’ultimo atto del Trofeo Beppe Viola – si terrà anche la cerimonia conclusiva del Torneo “Città di Arco” riservato ai Pulcini. Saranno conferiti premi di partecipazione alle seguenti squadre: Usd Arco 1895, Baldo Junior Team, SSV Benacense 1905, Asd Calcio Chiese, Asd Paluani Life, Asd Real Grezzanalugo.

Per volere federale non è previsto un vincitore assoluto: anche l’edizione 2018 ha visto trionfare quei sani principi di divertimento, lealtà e sportività a cui l’evento di Arco è da sempre ispirato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.