IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Serie B2: il derby ligure va alla Normac, Iglina battuta al tie-break risultati fotogallery

Sabato ad Albisola arriverà Romagnano Sesia: ultima chance per restare in corsa per i playoff

Albisola Superiore. Era il derby ligure e, come tutti i derby, è stata una gara carica di significati dentro e fuori dal campo. Era il ritorno di Zanoni nel palazzetto che lo ha visto protagonista per tanti anni, era l’occasione per la società del presidente Mangiapane di riprendersi dopo un periodo difficile, era l’opportunità per l’Iglina di continuare la rincorsa ai playoff nella scia di Biella e Romagnano.

Ne è uscita una gara intensa, a tratti spettacolari, con colpi di altra categoria alternata ad errori dovuti a tensioni e paure. In tutto questo ha prevalso la Normac AVB con merito, avendo saputo trovare motivazioni e quel qualcosa in più per portarsi a casa il risultato.

Mister Zanoni parte con la collaudata diagonale delle sorelle Montedoro, in banda Travaglio e Ujka, al centro Veneriano e Bisio con Conterno libero in quella che, da qualche settimana, è la formazione tipo schierata dallo staff tecnico albisolese. Durante la gara consueti ed ottimi ingressi per Zannino, Giada Botta, capitan Damonte e Lavagna.

Il primo set vede partire fortissimo la Normac e l’Albisola annaspare alla ricerca di continuità in attacco. Continuità che non arriva, se non verso la fine del set, ma che non basta per la rimonta finale. La compagine genovese si aggiudica con merito il primo parziale per 25-22, dopo essere stata davanti dall’inizio alle fine.

Il cambio di campo porta un cambio anche all’andamento della gara. L’Iglina sembra rinvigorita dalla sconfitta del primo parziale e parte molto più concentrata fin dai primi palloni. Avanti 16 a 13, Albisola piazza in parziale di 5 a 1 che chiude i giochi e di fatto riporta in parità la gara. Il set termina 25 a 19 e la sfida torna in perfetto equilibrio, con le gialloblù che sembrano aver ritrovato lo smalto dei tempi migliori.

Lo smalto però si perde nel cambio di campo, poiché il terzo set è quasi un monologo delle padrone di casa, avanti dall’inizio alla fine senza mai dare l’idea di poter perdere il set e senza che Albisola dia mai l’idea di poter ribaltare quella che sembra una situazione senza uscita. Con un 25 a 22 la Normac si porta avanti 2 a 1, costringendo così l’Iglina a rincorrere le padrone di casa per provare a portarle al tie-break.

Il quarto set non è adatto ai deboli di cuore: si gioca punto a punto con Albisola avanti 8 a 6 prima e 16 a 14 dopo. Due punti di vantaggio per Veneriano e compagne che vengono mantenuti fino a fine della frazione, ma i venticinque punti non bastano per andare al quinto set. Bisogna andare oltre e chiudere il parziale 24 a 26, segnare un punto in classifica e giocarsi tutto al quinto.

Nel tie-break le padrone di casa sembrano aver smaltito tutti i malanni vari delle settimane precedenti. Bilamour attacca ogni pallone che passi nei dintorni della rete, Bruzzone smista palloni alle sue attaccanti che si fanno trovare pronte. Albisola invece arranca, cerca di inseguire le avversarie senza mai riuscire a dare una zampata decisiva. Il set, senza nemmeno troppi sussulti, finisce con un attacco di Bilamour che chiude la gara sul 15-11 in favore delle genovesi, le quali vincono il derby portandosi via due punti lasciandone uno solo alle avversarie.

A fine gara le facce in casa Albisola non sono delle migliori, il morale è piuttosto basso, ma le parole del coach tracciano le via per le prossime gare. “Dispiace per la sconfitta, dispiace perché è la seconda di fila e in questo anno e mezzo noi non siamo stati abituati a subire due sconfitte di fila – afferma Matteo Zanoni -. Spiace perché era una gara che a cui tutti tenevamo ma per noi era soprattutto una gara che ci avrebbe consentito di rimanere agganciati ai playoff. La situazione è tutt’altro che compromessa, abbiamo lo scontro diretto con Romagnano da giocarci in casa e lo affronteremo nel modo migliore. Sicuramente abbiamo meno margine di errore da adesso in poi ma guai a pensare che la corsa ai playoff sia compromessa. Ogni giorno le ragazze lavorano duramente in palestra per quell’obiettivo che continueremo ad inseguire fino a quando ce ne sarà la possibilità, ma fino a quel momento nessuno di noi mollerà un centimetro. Sbollita la delusione riprenderemo a lavorare in vista della difficile e delicata gara di sabato ma sempre con il morale alto con allegria e serenità e tanta tanta determinazione“.

Con la rassicurazione del mister non si può che rimandare tutto a sabato 24 marzo quando, alle ore 21, arriverà ad Albisola la Pavic Romagnano, formazione che si trova al secondo posto in classifica a più 5 sull’Iglina.

“Servirà l’aiuto di tutti, tifosi, appassionati, parenti, amici, tutti coloro che possono venire a fare il tifo alla Massa sabato sera devono esserci. Lo meritano queste ragazze che ci stanno facendo vivere una stagione piena di gioie e soddisfazioni” dicono i dirigenti albisolesi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.