IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, ecco il contributo per le neo mamme

Riservato alle mamme che non ricevono alcuna indennità di maternità

Savona. Un contributo per le neo mamme di Savona. A darne l’annuncio è l’assessore alle Politiche Sociali Ileana Romagnoli: “Alle mamme che non ricevono alcuna indennità di maternità, per ogni figlio nato o entrato nella propria famiglia anagrafica dal primo gennaio 2018 al 31 dicembre 2018, è concesso un contributo complessivo di € 1.713,10, pari a € 342,620 per cinque mesi”, afferma.

Possono richiedere il contributo le cittadine residenti nel Comune di Savona, italiane o dei paesi della Comunità Europea o extracomunitarie in possesso di permesso di soggiorno di durata almeno biennale o titolari dello status di rifugiato politico o protezione sussidiaria. Il limite ISEE minorenni riferito a un nucleo familiare di tre persone non deve superare € 17.141,45 (per un numero maggiore di componenti, tale limite viene riparametrato).

La domanda deve essere presentata entro sei mesi dalla data del parto o dell’adozione, al Servizio Promozione Sociale del Comune di Savona, in via Quarda Inferiore n. 4 – II piano, esclusivamente previo appuntamento concordato con l’ufficio al numero di telefono 019.83105500 (dal lunedì al venerdì, dalle 9.00 alle 12.00). Alla domanda è necessario allegare: fotocopia della Carta di Identità; fotocopia del Codice Fiscale; fotocopia del Titolo di Soggiorno; fotocopia del codice IBAN; modulo INPS SR163 (scaricato dall’INPS o dal sito web del Comune di Savona, o ritirato negli uffici stessi); attestazione ISEE (solo in visione). La richiedente deve essere intestataria o cointestataria del conto corrente bancario o postale su cui viene richiesto il versamento del contributi.

“Si tratta di un’iniziativa per sostenere la maternità e dare un piccolo aiuto concreto alle neo-mamme”, commenta l’assessore Romagnoli. “Ricordiamo inoltre che l’INPS riconosce un ‘bonus bebè’ che può essere richiesto all’Istituto stesso con modalità online o ai CAF convenzionati”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.