IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Polemica a Borghetto sul suolo pubblico, cartelle anomale. La denuncia della minoranza: “Pesanti aumenti”

Tosap nel mirino: "Dalla nostra analisi le cartelle inviate ai commercianti sono da considerarsi nulle, manca il regolamento"

Borghetto Santo Spirito. “Le tariffe relative alla occupazione di spazi ed aree pubbliche hanno subito rispetto all’anno precedente un aumento quantificabile nella percentuale del 20-25%”. La denuncia arriva dalla minoranza di Borghetto, all’attacco dell’amministrazione comunale. “Nei giorni scorsi sono pervenute ai commercianti di Borghetto Santo Spirito e a molti privati titolari di occupazioni di spazi ed aree pubbliche, richieste di pagamento relative alla Tosap per il 2018. Molti commercianti e molti semplici cittadini si sono rivolti a noi per segnalare significativi aumenti degli importi richiesti rispetto a quanto pagato negli esercizi precedenti. Come consiglieri comunali di minoranza ci siamo immediatamente attivati per svolgere il nostro ruolo di controllo ed abbiamo provveduto ad esaminare gli atti approvati dall’amministrazione su questa materia, scoprendo così i forti aumenti” affermano i consiglieri Giancarlo Maritano, Maria Grazia Oliva, Pier Paolo Villa e Daniela Guzzardi.

“Aumenti che di per sé rappresentano già un valido motivo di contestazione nel merito, se consideriamo l’attuale momento economico che incide sicuramente sulle tasche di tutti i cittadini, ma soprattutto su quelle di coloro che hanno ancora la forza e il coraggio di portare avanti un’attività economica nel nostro paese”.

“Ma analizzando più nel dettaglio i provvedimenti assunti dall’amministrazione ci siamo accorti che l’emissione delle richieste di pagamento della tassa per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche riferita all’anno 2018 è avvenuta prescindendo dall’approvazione del regolamento per la disciplina della Tosap, il quale avrebbe dovuto trovare trattazione nel consiglio comunale del 14 marzo, rinviato forzatamente per ben due volte dall’amministrazione a causa della mancanza di allegati fondamentali al bilancio di previsione” aggiungono ancora gli esponenti della minoranza.

“In questa situazione pertanto riteniamo che le richieste di pagamento inviate dall’amministrazione comunale in questi giorni siano nulle, in quanto mancanti del presupposto necessario per la loro validità: cioè l’approvazione del Regolamento che va ad incidere – riducendole – sulle agevolazioni”.

“Abbiamo quindi ritenuto nostro dovere informare immediatamente l’amministrazione mediante l’invio di una comunicazione urgente a mezzo PEC nella quale abbiamo segnalato quanto sopra. Ciò in quanto si evince chiaramente dall’esame di alcune cartelle, che le modifiche alle percentuali delle agevolazioni non ancora approvate dal Consiglio Comunale hanno già trovato recepimento nelle cartelle emesse facendole aumentare notevolmente. Se ciò – come crediamo – trovasse conferma, ci troveremmo di fronte all’emissione di cartelle di pagamento viziate da nullità” conclude l’opposizione di Borghetto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.