IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga ricorda Don Antonio Balletto, incontro al San Carlo

Don Antonio Balletto portò ad Albenga negli anni Sessanta una notevole ventata culturale

Albenga. Il 17 marzo 2018, alle ore 16, la figura di Don Balletto, nel decennale della morte, sarà rievocata nell’auditorium San Carlo di via Roma ad Albenga, per iniziativa dell’amministrazione comunale, e dell’assessore alla Cultura Alberto Passino, del Centro di Studi Don Balletto, della Fondazione Gian Maria Oddi, con la partecipazione dell’associazione Vecchia Albenga e dell’Unitre Ingauna.

Dopo la relazione introduttiva di Gerardo Cunico, professore ordinario dell’Università di Genova, seguirà la presentazione della pubblicazione di Martina Isoleri: “Don Antonio Balletto e la sua biblioteca” (ed. Del Delfino Moro). La dottoressa Carlotta Cerrato illustrerà la catalogazione del Fondo Don Balletto donato alla Biblioteca Civica “S. Comanedi”. Le Autorità del Comune di Albenga, che hanno intitolato alla memoria di Don Balletto la Sala Conferenze della Biblioteca, provvederanno alla inaugurazione della targa a lui dedicata che recita: “Sala Don Antonio Balletto – Sacerdote del dialogo, teologo ed editore – alla Città di Albenga ha donato la sua cultura e il suo patrimonio librario raccolto in queste sale”.

Don Antonio Balletto portò ad Albenga negli anni Sessanta una notevole ventata culturale. I giovani albenganesi di cui si circondò con amorevole affetto appresero da Don Balletto un genere di vita intellettuale nuova, basata sulla conoscenza del pensiero altrui, sul riconoscimento del diverso, come un ampliamento, un arricchimento indispensabile al proprio bagaglio etico e morale.

Don Balletto fu veramente uomo e sacerdote del dialogo, capace di accettare e far accettare le idee di ognuno senza pregiudizi preconcetti. E quando Don Balletto ritornò nella sua Genova non dimenticò l’intensa esperienza umana vissuta ad Albenga e lasciò il suo considerevole patrimonio librario, 20.000 volumi di teologia, filosofia e storia, alla biblioteca civica, dove sono conservati in un apposito fondo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.