IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Varazze dichiara guerra al Punteruolo rosso: ecco il piano di prevenzione e disinfestazione

Il Comune di Varazze si è avvalso di uno studio peritale per il via agli interventi

A Varazze da pochi giorni è iniziata la messa in opera di un piano operativo di prevenzione dal Punteruolo Rosso. Il piano, redatto e seguito per conto dell’amministrazione comunale dall’agronomo Gabriele Mascheroni, ha trattato una prima parte del patrimonio palmifero comunale, per l’esattezza 50 esemplari di Phoenix canariensis, ed in particolare il palmizio che si trova nella Baia del corvo in lungomare Europa.

A completamento di questo primo gruppo di esemplari sono state trattate le palme presenti nei giardini di Santa Caterina e nella zona della Mola.

“L’intervento messo in campo – spiega l’assessore al verde pubblico Pierfederici Luigi – mira a prevenire l’infestazione da punteruolo rosso nelle palme sane presenti sul territorio comunale. Questo primo gruppo di esemplari è stato identificato assieme agli uffici comunali per cercare di trattare e preservare zone omogenee e di pregio. Da qui la scelta di intervenire con la massima priorità nella Baia del Corvo, sicuramente una delle aree di maggior pregio naturalistico del nostro comune”.

Il metodo utilizzato, di tipo endoterapico, prevede l’utilizzo di prodotti fitosanitari autorizzati dal Ministero della Salute tali da non compromettere la fruibilità degli spazi pubblici ove si trovano le palme soggette di intervento.

Nello specifico viene somministrato alla palma trattata un fitofarmaco, tramite 3 canule inserite nel tronco, nocivo per il punteruolo, che se ingerito dall’insetto ne porta alla morte.

Il progetto prevede un ciclo di 12 mesi di trattamento per ogni pianta con rabbocchi di fitofarmaci a tempistiche scadenzate.

“Il tentativo messo in campo dalla Amministrazione va nella direzione della salvaguardia ambientale e del nostro patrimonio vegetativo – continua l’assessore Pierfederici. Non vogliamo lasciare nulla di intentato nella lotta al punteruolo rosso che, ricordo, è anche un obbligo normativo”.

“Siamo ottimisti che il piano studiato assieme all’agronomo Mascheroni possa portare i risultati sperati e limitare il più possibile la decimazione delle palme vista lo scorso anno e che purtroppo prosegue, anche se molto più lentamente, anche nei mesi più freddi. Tengo a ribadire che questi interventi sono di tipo preventivo in quanto, ad oggi, la linea seguita dall’amministrazione di Varazze, e non solo, è quella di abbattere il prima possibile piante infestate per evitare la diffusione del Punteruolo rosso”.

“Questo progetto non sarà l’unico che l’amministrazione sta sviluppando e realizzando. Ricordo, infatti, che la passeggiata a mare del centro cittadino sta seguendo un suo iter progettuale specifico, operativo anch’esso a giorni, che prevede la sostituzione delle palme abbattute e interventi preventivi sul patrimonio esistente, così come nelle altre zone cittadine dove sono presenti palme di tipo Canariensis”.

“L’amministrazione sta affrontando molto seriamente la problematica – conclude l’assessore Pierfederici -, infatti ogni scelta è supportata da tecnici esperti e qualificati, come in questo caso, gli uffici comunali oltre a coordinare il tutto sono in costante aggiornamento con il servizio fitosanitario regionale e stiamo formando anche il personale interno per avere la maggior professionalità e competenza in materia”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.