IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Varazze, Busso e Petrini: “Chiusura dell’Invidia è simbolo degli errori della giunta Bozzano sul turismo”

La chiusura del locale, secondo i consiglieri, "rappresenta la sofferenza di un settore che non va sottovalutata"

Varazze. “La chiusura dell’Invidia, storico locale e punto di ritrovo per i cittadini di Varazze e per i suoi turisti, ha suscitato molte emozioni. Al di là dei sentimenti legati alla storicità del bar, il gruppo consiliare ‘Varazze la tua città’ vuole portare una riflessione su quella che è la politica turistica della maggioranza del sindaco Bozzano”. Paola Busso e Davide Petrini, prendendo spunto proprio dalla chiusura del celebre locale, puntano nuovamente il dito contro le strategie messe in campo in questi anni dal primo cittadino Alessandro Bozzano e dal suo vice, Filippo Piacentini, assessore al turismo.

“Più volte – criticano i due consiglieri di minoranza – abbiamo fatto rilevare che gli eventi e le manifestazioni organizzate da tempo a Varazze non sono di sostegno per la promozione della città, ma solo semplice intrattenimento tra l’altro non sempre opportuno per la nostra realtà. Abbiamo fatto rilevare più volte, non ultimo in occasione dell’inserimento della tassa di soggiorno, come sia necessario che Varazze sia accogliente, ordinata e moderna nei suoi servizi e infrastrutture per essere essa stessa la chiave di promozione del proprio territorio. Post e promozioni sui social possono essere solo un di più, e non l’unica strategia”.

“La chiusura del Bar Invidia, al di là delle vicende personali, rappresenta la sofferenza di un settore che non va sottovalutata – riflettono Busso e Petrini – Riteniamo che sarebbe stato opportuno per la giunta Bozzano confrontarsi con i contributi dell’opposizione e della città tutta invece di proseguire con una politica turistica autoreferenziale: quest’atteggiamento, invece di generare una sana discussione sui temi centrali per Varazze, ha portato solo a una sterile conta tra amici e nemici”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.