IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Regione, sottoscritto l’accordo quadro per la proroga della mobilità in deroga nelle aree di crisi complessa

La Cgil: "Un altro importante risultato che garantisce altri 12 mesi di sostegno al reddito"

Più informazioni su

Regione. Sottoscritto oggi in Regione Liguria dall’assessore regionale alle politiche attive del lavoro, sindacati, enti locali e associazioni datoriali l’accordo quadro per la concessione della proroga di accesso alla mobilità in deroga nelle aree di crisi industriale complessa della provincia di Savona per tutto il 2018.

La copertura finanziaria (circa 27 milioni di euro) è garantita da fondi residui della cassa integrazione guadagni del 2016, destinati ai comuni individuati dal ministero dello sviluppo economico come aree di crisi industriale complessa (savonese e Val Bormida). A queste risorse si aggiungeranno anche gli oltre 13 milioni di euro del piano anticrisi che abbiamo varato a fine 2016 e che prevede misure di sostegno all’autoimprenditoria, work experience e tirocini per un reinserimento dei lavoratori, in modo attivo, nel mondo del lavoro.

I lavoratori coinvolti da questa linea di intervento sono circa 600 che potranno così usufruire della mobilità in deroga fino al 31 dicembre 2018. I requisiti per accedere a questo ulteriore sostegno economico sono: essere stati licenziati da aziende insediate nell’area di crisi complessa (in uno dei 21 comuni della provincia di Savona riconosciuti dal ministero dello sviluppo economico); essere percettori di indennità di mobilità al 1 gennaio 2017.

Le domande possono essere presentate ai centri per l’impiego territoriali nelle seguenti finestre temporali: entro il 10 aprile 2018 per coloro che terminano il trattamento di mobilità ordinaria o in deroga tra il 1 gennaio 2018 e il 31 marzo 2018; entro il 10 luglio 2018 per coloro che terminano il trattamento di mobilità ordinaria o in deroga tra il 1 aprile 2018 e il 30 giugno 2018; entro il 10 ottobre 2018 per coloro che terminano il trattamento di mobilità ordinaria o in deroga tra il 1 luglio 2018 e il 30 settembre 2018; entro il 10 ottobre 2019 per coloro che terminano il trattamento di mobilità ordinaria o in deroga tra il 1 ottobre 2018 e il 31 dicembre 2018.

Dicono dalla Cgil: “Un altro importante risultato che garantisce altri 12 mesi di sostegno al reddito con la possibilità di costruire progetti formativi e di riqualificazione in attesa delle ricollocazioni all’interno del perimetro dell’accordo di programma savonese”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.