IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pugno ad un carabiniere a Vado: in aula chiede scusa e patteggia

L'uomo era stato arrestato a Vado Ligure: era ubriaco ed aveva finito per aggredire i militari

Più informazioni su

Vado Ligure. E’ stato processato per direttissima questa mattina il marocchino di 48 anni, El Mostafa Jelbab, arrestato l’altra sera a Vado Ligure dopo aver infastidito i clienti di un ristorante ed aver colpito con un pugno in faccia un carabiniere.

In aula, l’uomo ha chiesto scusa per il suo comportamento spiegando di non ricordare nulla di quanto successo: “Avevo bevuto troppo, mi dispiace per quello che è successo”. Il marocchino si è poi impegnato a versare duecento euro come risarcimento per le lesioni al militare (che è stato dimesso con prognosi di dieci giorni). Il giudice ha convalidato il suo arresto e poi El Mostafa Jelbab ha patteggiato quattro mesi di reclusione con la sospensione condizionale della pena per resistenza, violenza, minaccia a pubblico ufficiale e lesioni.

L’arresto è scattato dopo che i militari erano intervenuti al ristorante “Kilimangiaro” dove era stata segnalata la presenza di un uomo ubriaco che infastidiva gli avventori. All’arrivo dei carabinieri, però, anziché calmarsi l’uomo aveva reagito colpendo l’appuntato con un pugno. A quel punto Jelbab era stato arrestato e, dopo essere rimasto detenuto in camera di sicurezza, questa mattina è stato processato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.