IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Lettere al direttore

Nuova lettera dei Verdi a Caprioglio, questa volta a “scrivere” è il polittico della chiesa di Lavagnola

Buongiorno Sig.ra Sindaca,
mi permetto di scriverLe queste brevi note per esporre all’assessora alla cultura alcuni problemi, che mi stanno a cuore. Sono il polittico trecentesco di Barnaba da Modena, che si trova nella chiesa di Lavagnola.

Ella, sempre presa dalla Sua Giunta “Polifonica” (tutte e tutti parlano di tutto forse senza una chiara idea di ciò che affermano) e dalle folle, che la acclamano in strada in particolare lavoratori e lavoratrici di ATA e di TPL in lotta per la conservazione del posto di lavoro e contro le privatizzazioni proposte dal centrodestra, non avrà ancora notato forse che esisto per cui vorrei invitarLa a venirmi a trovare per porle alcune domande ma mi raccomando di venire con l’assessora alla cultura:

a) Forse non sa che la chiesa di S.Dalmazio di Lavagnola si chiama così perche’ era posta su un antico itinerario storico medievale, che conduceva a Borgo S.Dalmazzo?
b) Forse non sa che al museo archeologico è esposto un vaso di vetro di origine romana donato dal cap. Minuto alla città e probabilmente originario di Lavagnola. A proposito le chiedo a nome del museo ma per quanto ancora durerà questa situazione di un museo, che sopravvive senza un contributo pubblico, pur essendo civico?
c) Vicino a me c’è l’oratorio di San Dalmazio, che costituisce un secolare scrigno di storia, arte e fede perche’ non proporre itinerari anche alla cittadinanza sui monumenti cittadini?
d) Poco distante c’è la chiesetta e il ponte di San Martino, che si sente sempre piu’ triste, solo ed abbandonato anche perche’ la Sua assessora al commercio quest’anno è riuscita nell’ennesimo miracolo: non fare la fiera piccola ma prestigiosa di San Martino. Cosa possiamo dirgli per tirarlo un po’ su?
e) Mi permetto poi di parlarLe pure a nome di tutti i monumenti collinari (chiesa di San Pietro e Paolo ad esempio) che vorrebbero essere catalogati ed illustrati anche alla cittadinanza. Che ne dice?

Sig.ra Sindaca e sig. Assessora alla cultura,
i Verdi sono sempre disponibili a farLe fare il giro che Le ho proposto. Gliene parli e poi per far stare meglio Savona vada a Palazzo Civico. Indi ritiri le Sue cose e si dimetta così da evitare che la città sprofondi nel bitume, nel carbone e nel cemento.

Con amicizia
Danilo Bruno e il quadro di Barnaba di Modena nella chiesa di san Dalmazio di Lavagnola

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.