IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Granfondo di Alassio: si scaldano i motori per la quinta edizione

La gara internazionale organizzata dal Gs Alpi si terrà domenica 11 marzo

Alassio. È già aria di primavera in Liguria. La seconda gara dell’anno organizzata dal Gs Alpi si svolgerà ad Alassio, una delle più note località della Riviera Ligure di Ponente, meta ad alta vocazione turistica e crocevia di tanti personaggi del mondo dello sport, dello spettacolo, del cinema e del teatro che ogni anno affollano la località in provincia di Savona. A testimonianza del grande viavai di personaggi è nato il monumento simbolico della città, il Muretto di Alassio, su idea del celebre scrittore americano Ernest Hemingway insieme a Mario Berrino, titolare del Caffé Roma.

Sul Muretto di Alassio figurano anche i nomi di corridori che hanno scritto la storia del ciclismo: Andrei Tchmil, Claudio Chiappucci, Fausto Coppi, Felice Gimondi, Gino Bartali, Mario Cipollini, Mirko Celestino e Vittorio Adorni. È proprio davanti a questo storico Muretto, in corso Dante Alighieri, davanti alle firme di questi nomi così importanti, che prenderà il via la Granfondo di Alassio.

Una cornice importante attende quindi un grande numero di corridori: la due giorni inizierà sabato 10 marzo, quando verrà aperta l’area expo a partire dalle 9 del mattino; nel pomeriggio, dopo la riunione pre gara delle ore 17, ci sarà un aperitivo di benvenuto.

Il giorno seguente, domenica 11 marzo, sarà invece la giornata della gara, che prenderà il via alle ore 9. Il percorso corto presenta una lunghezza di 65 chilometri per 1.342 metri di dislivello, mentre il percorso granfondo misura 108,5 chilometri per 2.162 metri di dislivello.

Dopo un avvio sul mare, nel quale i corridori toccheranno Laigueglia, Marina di Andora e Diano Marina, una volta ad Imperia svolteranno verso l’entroterra ligure: trovare un metro di pianura è impossibile, anche nel finale, in quanto la conclusione sarà in quota al santuario di Nostra Signora della Guardia, località che ha ospitato anche l’arrivo della tappa del Giro d’Italia nel 2007. L’ascesa è lunga, e diventa micidiale negli ultimi due chilometri, dove la pendenza supera il 10%.

Sul sito ufficiale della manifestazione è possibile scaricare le tracce Gps, consultare le convenzioni alberghiere ed iscriversi alla gara. Il costo, per chi aderisce dal 16 febbraio al 3 marzo, è di 45 euro, mentre il giorno precedente la gara e la mattina stessa è possibile aderire al costo di 55 euro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.