IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Elezioni, Giorgio Mulè (Forza Italia): “Il disegno del centrodestra è chiaro: la gente lo apprezza, lo appoggia e lo segue con entusiasmo”

Gli impegni del candidato all’Uninominale della Camera dei deputati per il territorio savonese

Provincia. Migliorare la sanità, eliminando le code e riducendo al minimo le liste d’attesa, far coesistere al meglio industria, turismo e ambiente, ma anche “aggiustare e rammendare” quanto fatto sul tema dei balneari, valorizzare la filiera produttiva, risolvere la crisi industriale complessa e investire sulle infrastrutture. Sono queste le priorità di Giorgio Mulè, giornalista, già direttore di Panorama e volto di Mediaset, e oggi candidato all’Uninominale della Camera dei deputati per il territorio savonese.

Giorgio Mulè Forza Italia

Industria, turismo e ambiente: “Sono tre ambiti che soltanto lo stolto può pensare siano scollegati tra loro: devono dialogare e interagire insieme. Non c’è turismo se non c’è dietro un’industria capace di valorizzare l’offerta turistica. Non c’è industria né turismo senza un ambiente in grado di accogliere e custodire quelle che sono le nostre ricchezze. L’industria, poi, si può declinare in tanti altri modi: c’è l’industria agroalimentare, l’industria della manufattureria e quella della nautica ad esempio. Ma è fondamentale che da ogni angolazione da cui si guardi all’industria si guardi sempre rispetto al tema dell’ambiente così come il turismo non può non avere in sé il dna sano dell’industria e dell’imprenditoria con il dna sano della consapevolezza della protezione del territorio”.

Sanità: “Sulla sanità noi abbiamo un’idea chiara: eliminare le code e le file d’attesa, o quantomeno ridurle al minimo. Un lavoro che a livello regionale deve fare la Regione e lo sta già facendo con un disegno in linea con quello nazionale, che si pone l’obiettivo di non penalizzare ma valorizzare l’impegno del provato, che come precondizione deve avere il rispetto dei canoni del servizio pubblico. Questo significa tariffe accessibili, tempi di attesa minimi, professionalità. Caratteristiche che facciano dimenticare ai liguri la necessità e la voglia di andare a farsi curare fuori regione. Ci si cura in Liguria e lo si deve fare bene e in tempi brevi”

Gli impegni: “Da quando sarà a Roma mi occuperò delle provincie di Savona e Imperia e del ponente ligure. Su Savona abbiamo idee precise: aggiustare e rammendare quanto fatto sul tema dei balneari, sulla direttiva Bolkestein e sulla sua applicazione; valorizzare tutta la filiera produttiva e le imprese legate al turismo; non dimenticare e seguire da vicino la risoluzione della crisi industriale complessa che a Savona ha conosciuto un dramma fondamentale; intervenire in maniera profonda su tutto quello che concerne le infrastrutture, dalla ferrovia all’autostrada all’Aurelia bis, mettendo in campo tutte le energie possibili per rendere questo territorio facilmente raggiungibile”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.