IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albissola sempre più su: il sofferto successo sull’Argentina vale il quarto posto risultati

Sul terreno di un Faraggiana sferzato da un gelido vento decide un rigore conquistato da Coccolo e trasformato da Bennati

Albissola Marina. Le condizioni meteo hanno impedito ai pochi ed infreddoliti spettatori accorsi al Faraggiana di Albissola di assistere ad un incontro piacevole: le due squadre, ostacolate dal vento e da un terreno sdrucciolevole, hanno faticato ad imbastire azioni degne di nota e ne è uscita una partita pessima sul piano del bel gioco.

Al triplice fischio, però, i tifosi albissolesi hanno potuto nuovamente esultare. La neopromossa ha vinto la dodicesima partita stagionale e, scavalcando Viareggio e Seravezza Pozzi, si è isolata al quarto posto in classifica. A farne le spese l’Argentina, squadra in ripresa che era reduce da cinque risultati utili consecutivi.

La partita. Fabio Fossati schiera Caruso, Calcagno, Benucci, Bennati, Molinari, Gargiulo, Coccolo, Raja, Piacentini, Carballo, Gulli.

A disposizione ci sono Vasoli, Pasquino, Corbelli, Garbini, Boveri, Olivieri, Durante, Cambiaso, Papi.

L’Argentina guidata da Marcello Casu si presenta con Mandelli, Berni, Martelli, Terzoni, Di Lauro, Fiuzzi, Gaudio, Dampha, Vitiello, Ruggiero, Galesio.

Le riserve sono Trucco, Padovani, Perpignano, Malafronte, Carletti, Cianciaruso, Aretuso, Ginatta.

Arbitra l’incontro Samuele Andreano della sezione Aia di Prato, assistito da Alessandro Marchese (Lodi) e Pierluigi Cucchi (Pinerolo).

Si gioca sul campo di un Faraggiana bagnato e quindi scivoloso, oltre che sferzato da un vento forte e freddo. Nel primo tempo sono gli ospiti a favore di vento. Il primo tentativo, al 2°, è di Piacentini: alto.

Le assenze tra i locali si fanno sentire, in particolare quelle di Cargiolli e di Sancinito, quest’ultimo playmaker degli albissolesi.

Al 3° Argentina in avanti: punizione vicino alla linea laterale destra battuta da Ruggiero, palla al centro ma nessuno riesce a deviare verso la porta avversaria. Al 7° Dampha ruba palla a centrocampo e innesca un contropiede con Vitiello: palla al centro ma Galesio non arriva sul cross dell’esterno rossonero. All’8° lancio tracciante di Fiuzzi raccolto da Vitiello, dribbling e tiro che finisce alto sulla traversa.

Al 16° Vitiello avanza sulla sinistra, si accende e conclude: alto sopra la traversa. Al 21° rimpallo sfortunato nell’area armese che favorisce la conclusione di Raja: debole, tra le braccia di un attento Mandelli.

Alla mezz’ora Gulli dal limite dell’area prova un pallonetto ma Mandelli ci arriva.

Il terreno di gioco rende difficoltosa ogni manovra e le due squadre non riescono ad esprimersi al meglio, spesso controllare la sfera è quasi impossibile.

Al 42° i padroni di casa guadagnano il primo angolo della partita. Sugli sviluppi c’è un colpo di testa di Piacentini, bloccato dal portiere in presa alta.

Dopo due minuti di recupero termina senza reti un primo tempo privo di emozioni, giocato quasi sempre a metà campo.

Nel secondo tempo si riparte senza sostituzioni. All’8° cross a centro area di Ruggiero: tenta l’anticipo in scivolata Galesio che riesce ad arrivare sulla palla ma non ad inquadrare la porta. Al 12°, ci prova Ruggiero: palla sul fondo. Al 15° Corbelli prende il posto di Piacentini.

Al 18° Corbelli serve Coccolo in area: conclusione di esterno, Mandelli è attento. Al 27° palla filtrante e appoggio dietro per Piacentini: tiro forte e preciso che trova puntuale Mandelli. Sugli sviluppi del calcio d’angolo un rimpallo rischia di finire in porta ma esce di poco. Al 30° viene lanciato in area Coccolo, ma il portiere armese esce e fa sua la sfera.

Al 38° grande progressione di Coccolo che parte dalla trequarti ed entra in area, dove Fiuzzi lo atterra: espulsione diretta e calcio di rigore. Sul dischetto va Bennati: calciare il rigore diventa un’impresa, perché il vento muove il pallone. Quando arriva il momento giusto, Bennati spiazza il portiere: 1 a 0.

Fossati inserisce Papi al posto di Bennati. I minuti di recupero sono cinque. Nel primo di questi, Gulli viene espulso per un duro intervento ai danni di Di Lauro. Al 49° viene ammonito Papi.

Finisce 1 a 0 per i biancoazzurri, che respirano aria di alta quota, quando al termine del campionato mancano solo 9 giornate. Nessuno in casa albissolese guarda al primo posto, ma per spiegare al meglio il valore del campionato che sta disputando la matricola è d’obbligo citare quanti punti la separano dalla vetta: solamente 8.

Domenica 4 marzo l’Albissola giocherà in trasferta contro il Real Forte Querceta, terzo in classifica.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.