IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Le associazioni di IVG.it - ARCI Savona

Informazione Pubblicitaria

Stasera al Circolo ARCI Chapeau Famagosta: Jazznight@Chapeau Tiziana Ghiglioni trio + cena

Più informazioni su

Sabato 13 Gennaio “Jazznignt@Chapeau” TIZIANA GHIGLIONI trio

Una serata all’insegna del grande Jazz che prevede, su prenotazione, dalle 20:00, una cena degustazione: Profumo di Mare
Antipasto: Carpaccio di salmone e insalatina di seppie e carciofi;
Primo: Tagliolini di gamberi e zucchini;
Dolce: Zuccotto moresco con salsa di melograno.
Acqua e caffè

Cena degustazione e spettacolo dalle ore 20:00, € 30,00
Contributo Spettacolo dalle ore 22:00, € 12,00
Info e prenotazioni 393.3225053
Ingresso con tessera Arci

Tiziana Ghiglioni è sicuramente una delle vocalist più rappresentative del Vecchio Continente: a ben ragione considerata la capostipite delle cantanti jazz nel nostro Paese, ancora oggi prosegue nel suo personalissimo percorso di ricerca preferendo sperimentare nuove forme piuttosto che adagiarsi sui tanti successi che hanno contraddistinto la sua carriera.
Nei primi anni ottanta inizia la sua carriera di cantante jazz e band leader ottenendo immediatamente l’attenzione di pubblico e critica grazie anche alle recensioni del giornalista e storico del jazz Arrigo Polillo che commenta molto positivamente sia le sue prime esibizioni pubbliche sia il suo primo disco (“Lonely Woman” del 1981) inciso con alcuni giovani emergenti fra i quali Piero Leveratto e Luigi Bonafede.L’accoglienza del primo disco è tale che già nella seconda incisione (“Sounds of Love” del 1983) la cantante viene affiancata da musicisti di fama internazionale come Kenny Drew al pianoforte e Niels-Henning Ørsted Pedersen al contrabbasso. Negli anni successivi Ghiglioni afferma il suo ruolo di spicco nel panorama del jazz italiano collaborando con alcuni dei più noti jazzisti nazionali (fra i quali Luca Flores, Enrico Pieranunzi, Paolo Fresu, Franco D’Andrea, Gianluigi Trovesi e Enrico Rava) e internazionali (tra cui Chet Baker, Steve Lacy, Mal Waldron, Paul Bley e Lee Konitz).
Salutata grazie a “Sonb”, eccezionale incisione del ‘92, come la “First Lady” del jazz italiano da Pino Candini, allora direttore di “Musica Jazz”, la cantante raggiunge l’apice del suo percorso sperimentale. In questo disco memorabile era con artisti del calibro di Steve Lacy, Rava, Trovesi, Zanchi con cui aveva già collaborato in precedenza. Una discografia imponente che parte dal 1981 con ”LONELY WOMAN” fino ad arrivare al 2010 con “Non sono io, musiche di Luigi Tenco”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.