IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, inaugurata la nuova sede di Fratelli d’Italia: “Nessuna frizione nel centrodestra” fotogallery

Presenti il commissario savonese di Fdi Pier Paolo Pizzimbone, il sindaco di Savona Ilaria Caprioglio e il consigliere regionale Matteo Rosso

Savona. Si è svolta questo pomeriggio, in via Servettaz, l’inaugurazione della nuova sede di Fratelli d’Italia, alla presenza del commissario savonese di Fdi Pier Paolo Pizzimbone, del sindaco di Savona Ilaria Caprioglio e del consigliere regionale Matteo Rosso.

L'inaugurazione della sede di Fratelli d'Italia a Savona

Un’occasione non solo per presentare i nuovi locali da oggi a disposizione di Fdi, ma anche per spaziare su diverse tematiche: dal nuovo corso politico-amministrativo del centro destra, che ha conquistato, nell’ordine, Regione, Comune di Genova e Comune di Savona (oltre ad altre località), al rapporto tra il partito e il sindaco di Savona Ilaria Caprioglio, dopo i recenti “spifferi” su possibili frizioni all’interno dell’amministrazione comunale.

“Da un anno e mezzo il vento è cambiato a Savona, grazie al risultato storico raggiunto alle comunali, dove Ilaria Caprioglio, insieme a tutti gli alleati, è riuscita a conquistare il palazzo civico, – ha esordito Pizzimbone. – Ora abbiamo aperto questa nuova sede e per noi di Fratelli d’Italia si tratta di un momento molto importante perché dimostra che ci stiamo radicando anche nel nel savonese. E vogliamo che proprio Savona rappresenti un punto di partenza storico per noi. Vogliamo far capire che il nostro modo di fare politica è nuovo e differente e si basa sullo stare vicino ai cittadini, sull’essere presenti sul territorio. L’intenzione è proprio quella di partire dal territorio per riconquistare l’Italia”.

“Questo territorio è molto strategico perché il ponente ligure è già considerato ‘sicuro’. I grandi e gravi errori commessi negli anni dal Pd sono sotto gli occhio di tutti e possono essere favorevoli al centrodestra. Puntiamo davvero forte su questa zona per confermarci e rafforzarci sempre di più”.

“Noi siamo solidali e siamo con il sindaco Caprioglio, la appoggiamo in tutto e ogni sua scelta viene condivisa da noi. È una persona che rende partecipi e allarga sempre le sue decisioni agli alleati. Nessuna frizione con lei e con la giunta, anzi. Vogliamo radicarci anche all’interno dell’amministrazione savonese. Siamo convinti di poter fare la differenza anche a palazzo civico, dando un contributo importante in termini di numeri, proposte, idee e progetti”.

Dal territorio savonese nello specifico, poi, il discorso si è spostato a livello regionale, con uno sguardo all’attualità, che punta i riflettori sempre più insistentemente sul “nuovo” dualismo tra fascisti e antifascisti (non ultimi i fatti di Genova).

“Fdi ha una politica costituita da una base democratica. La politica non può che essere fatta attraverso politica proposte e dialoghi. Per questo condanniamo fermamente gli episodi di violenza che si sono verificati anche ultimamente. Prenderemo sempre la distanze da coloro che vogliono imporre la propria politica con forza e prepotenza”, ha spiegato Pizzimbone.

Infine, anche una parentesi, a livello nazionale, sulle elezioni politiche del prossimo 4 marzo, con un passaggio obbligato sulla recente indiscrezione relativa alla possibile candidatura di Berrino con Fdi: “Non spettano a noi le decisioni: aspettiamo indicazioni da Roma, dove sono in corso tavoli delicati. Per noi il ‘nome’ è ininfluente, a patto che si tratti di una figura che sappia raccogliere voti e fare il bene del territorio. L’importante è che il nostro partito continui a crescere e a migliorare e, in tal senso, ben vengano tutte le candidature utili a raggiungere questo risultato”, ha concluso il commissario savonese di Fdi.

Chiusura affidata al sindaco di Savona Caprioglio, che ha a sua volta smentito eventuali frizioni interne e ha lanciato un messaggio di coesione: “Il vento sta cambiando davvero ed è bellissimo essere qui questa sera perché sono tra amici. Amici con cui abbiamo fatto una bellissima campagna elettorale e ora ci ritroviamo qui. Siamo già saldi, non dobbiamo fare nulla per rinsaldare e il lavoro che stiamo facendo lo dimostra. Spesso leggo notizie non veritiere: noi siamo una squadra unita e coesa e le persone che sono presenti qui lo dimostrano”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.