IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanità, Pd all’attacco: “Toti rimuova il commissario straordinario di Alisa”

Nell'ordine del giorno presentato dai consiglieri Pd è stata chiesta la rimozione dal vertice dell'agenzia regionale di Walter Locatelli

Più informazioni su

Regione. “La giunta regionale rimuova dall’incarico di commissario straordinario di Alisa Walter Locatelli”. È senza appello la richiesta contenuta nell’ordine del giorno presentato oggi in aula dal Gruppo dl Partito Democratico in Regione Liguria.

“La sanità ligure sta attraversando una situazione di fortissima criticità – dicono i consiglieri del Pd – Le interminabili code ai pronto soccorso durante le festività natalizie per l’epidemia influenzale rappresentano solo il fenomeno più evidente di una lunga serie di fallimenti – sottolineano i consiglieri Dem -. La gestione del commissario straordinario Locatelli si è caratterizzata fino a oggi per la mancanza di un’adeguata azione preventiva, per l’incapacità di risolvere i problemi e talvolta persino per la negazione delle stesse criticità segnalate da tutti”.

“Una situazione drammatica e completamente al collasso, che Locatelli ha dimostrato di non saper governare. A dirlo sono gli stessi pazienti lasciati per ore e ore in attesa sulle barelle dei pronto soccorso: una situazione figlia della mancanza di azioni preventive, della cattiva organizzazione del personale e della carenza del personale stesso” conclude il gruppo Pd in Regione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.