IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Rogo in viale Che Guevara ad Albenga: lunedì l’autopsia, si attende la perizia dei vigili del fuoco fotogallery video

Proseguono le indagini sul fatale incendio nel quale ha perso la vita l'anziana invalida

Albenga. Proseguono le indagini sulla morte di Santa Privitera, la donna di 82 anni deceduta nell’incendio divampato nella sua abitazione di viale Che Guevara ad Albenga.

L’inchiesta sulla morte dell’anziana disabile è coordinata dal pm Chiara Venturi, che ha disposto l’autopsia sul corpo della donna, probabilmente vittima dell’intossicazione da fumo: l’incarico per l’esame autoptico è stato disposto questa mattina e sarà eseguito nella giornata di lunedì. Resta aperto un fascicolo per omicidio colposo e in attesa degli ulteriori accertamenti, ad ora, è indagato d’ufficio il figlio della vittima che viveva con lei nell’alloggio, Maurizio Messina, il quale quella mattina era uscito di casa per andare a fare la spesa lasciando l’anziana madre invalida a casa.

Al vaglio degli inquirenti anche la presenza di diverse bombole all’interno dell’abitazione, una casetta in legno abusiva e poi condonata successivamente: sicuramente l’incendio avrebbe potuto far esplodere le bombole, con conseguenze drammatiche. Quanto alla regolarità del gruppo di case sono in corso accertamenti da parte della polizia municipale, che sta sentendo diverse testimonianze, in particolare dei vicini.

Per concludere le indagini, oltre agli esiti dell’autopsia, si attende anche la relazione peritale da parte dei vigili del fuoco per ricostruire le cause dell’incendio: l’ipotesi più probabile è che sia partito da un ritorno di fiamme della stufetta a legna presente all’interno dell’immobile, oppure il rogo si può essere originato dalla canna fumaria difettosa, la perizia chiarirà i motivi del fatale rogo.

La signora Privitera, che era invalida, quando sono divampate le fiamme non è riuscita ad uscire dall’abitazione. Sono stati i vicini di casa, vedendo il fumo, a dare l’allarme, ma nonostante il rapido intervento di pompieri e sanitari l’incendio non le ha dato scampo e per lei non c’è stato nulla da fare.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.