IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Nuovi ambulatori ed accessi diretti (e più facili) alla cardiologia del San Paolo di Savona fotogallery

Questa mattina un open day con tre ore di controlli gratuiti

Savona. Un open day con tre ore di controlli gratuiti (con la misurazione di pressione, glicemia, indice di massa corporea e colesterolo totale) per aiutare i savonesi a prendersi cura del proprio cuore e per presentare loro i nuovi ambulatori. E’ quello che si è tenuto questa mattina presso il reparto di cardiologia del San Paolo di Savona.

Open day alla cardiologia del San Paolo di Savona

Dalle 10 alle 13, in occasione della presentazione ufficiale dei nuovi locali e degli ambulatori recentemente ristrutturati, il personale medico ed infermieristico del reparto cardiologico di Savona è stato a disposizione dei visitatori per dare consigli e informazioni sulle principali patologie cardiovascolari. L’iniziativa, si inserisce in un quadro di rinnovamento e riorganizzazione che da qualche tempo interessa l’area cardiologica del San Paolo: la ristrutturazione dei locali di accoglienza degli ambulatori, il nuovo sistema di accettazione e gestione degli utenti, l’accesso diretto per gli elettrocardiogrammi, il potenziamento del settore emodinamica.

Questo open day, fortemente condiviso dalla direzione di Asl2, è stato realizzato grazie al supporto e al contributo dell’Associazione Savonese Amici della Cardiologia da sempre attiva nel promuovere sul territorio giornate di prevenzione in questo settore.

Pietro Bellone, responsabile della struttura complessa di cardiologia dell’ospedale San Paolo di Savona, spiega che “con i nuovi ambulatori cambia l’accoglienza dei pazienti. Una volta gli ambulatori erano privi di personale amministrativo ed un’accettazione propria. I pazienti entravano in ambulatorio e cercavano qualcuno che potesse indicare loro dove andare e cosa fare con la richiesta del medico di famiglia. Da qui venivano indirizzati al Cupa, dove venivano accettati, e tornavano in reparto per l’esame. Ora è tutto cambiato. Prenotando la loro prestazione (ritiro esami, prenotazione esami, effettuazione esame) direttamente in reparto, i pazienti ottengono un numero di lista e vengono informati del tempo di attesa stimato. Quando è il loro turno, un infermiere li accompagna in ambulatorio. Insomma, tutta la pratica di accettazione viene effettuata qui. Per le persone anziane e sole questo significa poter soddisfare facilmente tutte le proprie necessità senza dover girare per tutto l’ospedale”.

E per presentare la novità ai savonesi, oggi sono state organizzate tre ore di controlli gratuiti: “La prevenzione è tutto e tenersi controllati costantemente è fondamentale. Non esiste un test cardiologico che possa prevedere un evento acuto. Nemmeno facendo gli esami pochi minuti prima dell’evento. La cardiopatia ischemica è un’instabilità improvvisa che può avvenire nell’arco di venti minuti. L’unico sistema per ridurre i rischi è fare prevenzione e tenere controllati i fattori di rischio: la vita sedentaria, l’obesità, il colesterolo, la pressione, la glicemia, il fumo. Sono questi i fattori che aumentano il rischio cardiovascolare. La prevenzione è la cosa più importante”.

Secondo il direttore generale di Asl2 Eugenio Porfido, la sanità ha bisogno costante di aggiornarsi sotto tutti i punti di vista: “La sanità non può fermarsi. E’ un settore che non può avere momenti di arresto. La ricerca continua, le tecnologie avanzano, vengono creati sempre farmaci nuovi. Il nostro compito è quello di andare sempre oltre l’ostacolo, avere nuovi obiettivi e nuove mete. Questo non solo per quanto riguarda gli aspetti tecnici, curativi e terapeutici ma anche organizzativi. In questo senso, oltre ad effettuare esami utili alla prevenzione delle malattie cardiovascolari oggi presentiamo una nuova fase del progetto riguardante gli accessi diretti. Vogliamo andare avanti su questa strada: l’ospedale è una struttura complessa e questi progetti devono essere graduali e devono interessare le varie specialità ed i singoli esami”

Open day alla cardiologia del San Paolo di Savona

Parlando di prevenzione e liste d’attesa, è notizia di oggi il decesso della 58enne di Legino Mirella Ottonello, deceduta a causa di un infarto dopo che per due volte le era stata rinviata una visita cardio chirurgica presso il San Martino di Genova. A proposito delle liste d’attesa, Porfido ricorda che “l’accesso ai servizi è disciplinato e governato dal medico di medicina generale, che può chiedere una prestazione urgente o differibile a seconda delle condizioni del paziente. Ma è fondamentale lavorare per riorganizzare i servizi. Noi abbiamo avuto buoni risultati sulla diagnostica pesante (Tac e risonanze) e l’accesso diretto è una delle iniziative su cui abbiamo puntato per ridurre i tempi di attesa. A breve estenderemo questo progetto su un altro grande settore, cioè le ecografie”.

Tornando ai nuovi ambulatori, il sindaco di Savona Ilaria Caprioglio commenta: “Queste novità rappresentano un importante passo avanti per la cardiologia e la sanità savonese. Un passo alla volta si arriva sempre alla meta, come dimostrano questi nuovi ambulatori e questa giornata di esami gratuiti e prevenzione, che a giudicare dal numero di persone presente in reparto sta incontrando il favore della gente. E’ giusto ed importante mettere il paziente ed il cittadino al centro delle attività volte a migliorare l’offerta sanitaria. La prevenzione è fondamentale anche nelle malattie cardiovascolari”.

Sul tema delle liste d’attesa, l’assessore regionale Sonia Viale commenta: “La questione è al centro dell’azione politica regionale. Abbiamo già creato il Cup unico regionale per le prenotazioni della prima visita. Ora stiamo affrontando lo step successivo, cioè fare in modo che i pazienti escano dalla prima visita con già la prenotazione per la seconda. Questo per evitare di doversi rivolgere al medico di base per l’impegnativa. Si tratta di percorsi complessi anche dal punto di vista informatico ma li stiamo realizzando come previsto”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.