IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Moria di colombi a Zuccarello e Albenga, indagini dell’Enpa

Sospetto di avvelenamento, in corso accertamenti da parte delle guardie zoofile

Zuccarello. Preoccupazione dei volontari della Protezione Animali per un’improvvisa moria di colombi nel centro storico di Zuccarello: chiamati da alcuni residenti, ne hanno trovati diversi già morti ed alcuni ancora vivi che hanno ricoverato per le cure; quasi contemporaneamente altri volatili morti sono stati segnalati ad Albenga, in zona Porta Mulino, dove hanno recuperato altri colombi ancora vivi.

Le guardie zoofile volontarie dell’Enpa stanno svolgendo gli accertamenti per individuare i colpevoli e le modalità dell’avvelenamento; l’Enpa invita i proprietari di cani, e di gatti lasciati uscire di casa, a controllare attentamente i propri animali per evitare che ingeriscano bocconi sospetti nelle due zone.

“La presenza di colombi negli abitati è spesso vista con fastidio, e talvolta combattuta con mezzi crudeli ed illeciti come l’avvelenamento, da molte persone per le deiezioni dei volatili, che comunque non costituiscono un problema sanitario; contrariamente infatti a diffuse “leggende metropolitane” o “fakenews”, i colombi non sono responsabili della diffusione di malattie per l’uomo; numerose e ricorrenti indagini sanitarie pubbliche condotte dagli organi sanitari pubblici in molti comuni italiani grandi e piccoli (Savona negli anni scorsi) hanno infatti palesemente dimostrato la loro non pericolosità per la salute umana” afferma l’Enpa.

“Per complesse motivazioni, legate non solo ai cicli climatici, le popolazioni di colombi nelle città, a parte alcune eccezioni, stanno lentamente diminuendo, come risulta dai dati dei soccorsi effettuati in tutta la provincia dai volontari dell’Enpa. Avvelenarli, oltre ad essere un reato, non serve in quanto produce un incremento della fertilità della specie e la rapida costituzione del numero di animali che il territorio può sopportare; e neppure proibire di alimentarli come fanno con superficialità molti comuni savonesi; infatti colombi adulti forti, adeguatamente nutriti (disciplinando correttamente l’attività degli animalisti), impediscono la nidificazione degli altri, mentre soggetti malnutriti e deboli si disperdono, nidificano e lasciano nidificare anche gli altri” conclude l’associazione animalista.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.