IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Loano, alla pagoda di via Gozzano il primo open-day di “Vivere il territorio” foto

E' un progetto ludico-ricreativo gestito dall'associazione Non parto di testa

Loano. E’ in programma per sabato 13 gennaio dalle 10 alle 17 presso la pagoda di via Gozzano a Loano il primo incontro del progetto “Vivere il territorio”, a cura dall’associazione Non parto di Testa con il patrocinio dell’assessorato ai servizi sociali del Comune di Loano.

L’organizzazione e associazione di promozione sociale ha vinto il bando, indetto dal Comune di Loano, per la gestione della “pagoda” di via Gozzano rendendosi disponibile ad organizzare progetti ricreativi a favore dell’infanzia e dell’adolescenza. In particolare, l’associazione Non parto di Testa ha proposto un progetto ludico-ricreativo denominato “Vivere il territorio” che si inserisce perfettamente nelle altre iniziative dell’amministrazione comunale rivolte alla promozione del mondo dell’outdoor e della conoscenza dell’ambiente.

Il primo incontro, aperto alla cittadinanza, si terrà sabato 13 gennaio. Si tratta del primo di una serie di open-day volti a far conoscere le varie attività del progetto suddivise per fascia di età.

Il programma della giornata prevede attività ludiche e ricreative per bambini dai 3 ai 6 anni tra le quali: musica con il laboratorio di “Music Together”; canzoni; giochi ed esperienze di vita pratica in lingua inglese e spagnolo; arte e pittura con il laboratorio “Closlieu di Stern”; sensorialità; giardinaggio e orto; outdoor e conoscenza del territorio; cucina e cucito.

In particolare, il laboratorio di pittura “Closlieu di Stern” ha l’obiettivo di “rendere possibile a tutti il gioco semplice e benefico della pittura creando le condizioni adatte a superare i pregiudizi e le inibizioni. Tutti sono capaci, proprio come lo è il bambino piccolo, di lasciarsi andare a questo gioco quand’esso si svolge in uno spazio messo a punto per questo fine. Questo spazio è Closlieu”.

Nel corso della giornata verrà realizzata anche una “attività Montessori” con la presentazione e l’utilizzo di materiali educativi in un contesto a misura di bambino secondo i principi montessoriani.

Infine, il laboratorio di “Music Together” consente di divertirsi e cantare insieme, creare rime, muoversi e suonare sia durante l’incontro di musica sia nella vita di tutti i giorni. Pioniera dell’educazione alla musica e al movimento nella prima infanzia, Music together è oggi presente in oltre 40 paesi”.

Luca Lettieri, vice sindaco e assessore alle politiche sociali, spiega: “Le politiche a favore della famiglia passano anche attraverso la collaborazione con le realtà associative loanesi. E’ con questo spirito che l’amministrazione comunale ha deciso di concedere l’utilizzo della pagoda del campo solare. L’associazione Non Parto di Testa, da anni impegnata nel sostegno alle famiglie soprattutto nel momento delicato della maternità, è risultata assegnataria della struttura. Sono certo che questo luogo diventerà rapidamente un punto di riferimento per le famiglie loanesi e di tutto il comprensorio. La pagoda, che è stata oggetto di un importante intervento straordinario, consente il suo utilizzo non solo nel periodo estivo per il campo solare ma anche nel restante periodo dell’anno, cosa che la rende un ideale punto di incontro informativo, di aggregazione e di socializzazione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.