IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

I Magazine di IVG.it - stile savonese

La Savonese – lo stile e i suoi sette capi basici

"Stile Savonese" è la rubrica di moda, bellezza e lifestyle di IVG, a cura di Maria Gramaglia

Più informazioni su

“Stile Savonese” è la rubrica di moda, bellezza e lifestyle di IVG, a cura di Maria Gramaglia. Ogni settimana una passeggiata tra le vetrine dei negozi della nostra provincia, a caccia di novità: un “viaggio” tra le tendenze savonesi a livello di moda, bellezza o arredamento, ma anche tra proposte come gite, corsi o spettacoli a teatro.

Ines de la Fressange è un’icona dell’eleganza francese. Prima modella e musa di Karl Lagerfeld per la Maison Chanel e poi stilista, Ines è conosciuta nel mondo come una donna chic, intelligente, che osa in modo misurato, con un buon gusto innato. Altro che “mannequin” (a parte il capitolo che si dovrebbe aprire sul fatto che una donna non può e non deve essere chiamata “manichino” … ma lo affronteremo un’altra volta)!

Raffinata donna di talento, Ines detta le regole della moda a Parigi ed ha scritto, in collaborazione con Sophie Gachet, giornalista di moda per Elle, un bellissimo libro dal titolo “La Parigina – Guida allo chic” con cui ci offre i suoi personali consigli di stile e bellezza.

Il libro ha ispirato l’illustrazione in copertina e la stesura di questo articolo, in cui vi propongo alcune dei suoi suggerimenti più “granitici” rivisitati in “Stile Savonese”, per noi che non siamo Parigine e che viviamo sulla bellissima Costa Ligure.

Chiarisco subito la mia idea di eleganza: essere chic non è da tutte, ma non dipende dal budget che abbiamo per l’acquisto di abbigliamento, accessori e gioielli. Essere chic è una questione innata, un atteggiamento mentale che nasce dall’animo, dal comportamento, dal portamento, dal linguaggio. Una donna vestita con abiti di Chanel dalla testa ai piedi, “coiffata” a dovere e appena uscita dalla SPA, che parla utilizzando parole volgari e che si comporta in modo scorretto, non è chic per nulla!

Quindi parlo di tutte noi, di tutte voi, che pur non avendo tesori da spendere in abiti firmati, possiamo essere eleganti, perché lo siamo dentro, nel cuore e nei pensieri.

La donna del Savonese deve sentirsi a proprio agio nei vestiti. Conoscendo il proprio corpo, sa cosa le dona e cosa si adatta al proprio stile di vita. Ciò che le fa sentire a proprio agio, le conferisce naturalezza ed eleganza, quindi anche indossare la tuta da ginnastica per andare a vedere la partita di suo figlio può darle un’aria estremamente chic!

La donna del Savonese ha un suo stile e pur invecchiando, anzi la Savonese non invecchia, “cresce”, riesce a mantenerlo. Non si lascia tentare dalla stravaganza del momento. È attenta al budget, è l’economa della famiglia, e decide con oculatezza come spendere i propri soldi, per questo punta su capi basici di buona qualità che po’ indossare con facilità, adattandoli anche a situazioni diverse, e si serve delle tendenze del momento per “rinfrescare” il look, risultando sempre attuale.

I sette capi basici su cui punta sono praticamente “universali” :

1. I jeans. Non possono mancare, perché si portano in tutte le stagioni e così non rischia di sbagliare: vanno con tutto! Che siano nel blu classico, bianchi, colorati, intonsi o strappati, baggy, boy o a tubo, quelli che le stanno bene e che si adattano meglio alla morfologia del suo corpo sono “i suoi jeans”: perfetti.

2. La giacca da uomo, che fa un effetto maschile/femminile molto intrigante abbinandola adeguatamente con una canotta in pizzo o una camicia bianca sbottonata con naturalezza o strizzata in vita con una cintura.

3. Il trench: eterno! Abbottonato, sbottonato, con cintura annodata, per un effetto più “fresco” piuttosto che allacciandola perfettamente, portato su jeans, sul tubino, su qualsiasi cosa: va su tutto e con tutto!

4. Il tubino nero: sa essere sexy ed elegante, non delude mai e salva in ogni situazione. È una specie di “concetto universale” che può trasformarsi e darle un’aria raffinata sia di giorno che di sera.

5. Il chiodo: regala subito un effetto attuale, rock e si indossa davvero con tutto. Ha la capacità di “trasformare” un look anonimo in uno di carattere. Non si può non averne almeno uno!

6. Gli anfibi: altro dettaglio rock entrato a pieno titolo nei basici delle Savonesi. Sono calzature versatili, che si portano con facilità sui jeans, sul tubino, con la gonna in pizzo e sull’abito sottoveste, di giorno e di sera.

7. La borsa: non cerca la “it bag”, perché ricordiamoci che la donna del Savonese non segue la moda del momento. Sceglie la borsa secondo il proprio stile di vita, deve trovarla comoda, spaziosa, possibilmente all’occorrenza deve adattarsi sia al giorno che alla sera. Importantissimo: non abbina più il colore della borsa a quello delle scarpe, perché non si usa più da un secolo e se lo fa, si ritrova subito alla categoria “nonna”!

La donna di Stile Savonese non è appariscente. Ama acquistare durante i saldi e sa miscelare con buon gusto capi e accessori acquistati nei mercatini con altri griffati per un effetto molto raffinato.

E poi la Savonese decontestualizza: non accetta l’uso canonico di un capo, ma usa la fantasia e lo utilizza in modo alternativo, aggiungendo dettagli talvolta assurdi o etnici con risultati incredibilmente originali ed eleganti. Insomma, la Savonese non ha nulla da invidiare alla Parigina!

“Stile Savonese” è la rubrica di moda, bellezza e lifestyle di IVG, a cura di Maria Gramaglia: clicca qui per leggere tutti gli articoli

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.