IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Fabbisogni occupazionali delle imprese liguri, nel savonese previste oltre 4 mila assunzioni

Nel periodo dicembre 2017- febbraio 2018

Liguria. Il Sistema Informativo Excelsior, realizzato da Unioncamere in accordo con Anpal, ha fornito i risultati del monitoraggio dei fabbisogni occupazionali delle imprese nel periodo dicembre 2017- febbraio 2018.

Su circa un milione e 18 mila assunzioni programmate dalle imprese a livello nazionale nel trimestre in esame, in Liguria ne sono previste 24.370 (di cui 6.660 nel mese di dicembre), il 2,4 per cento del totale nazionale.

Oltre il 76 per cento delle assunzioni programmate sarà assorbito dai servizi, in particolare i servizi alle imprese (7.680 entrate previste), i servizi turistici, di alloggio e ristorazione (4.450) e l’industria manifatturiera e Public Utilities (energia elettrica, gas, acqua, ambiente) con 3.850 entrate previste.

Rispetto alla classe dimensionale delle imprese, il 63 per cento delle entrate riguarderà quelle con meno di 50 dipendenti.

A Savona sono previste 4.070 assunzioni che privilegiano, anche in questa provincia, figure legate ai servizi turistici e commerciali: cuochi e camerieri (840), personale non qualificato nei servizi di pulizia (430) e commessi (300).

In provincia di Genova sono previste 14.210 nuove entrate, di cui 3.720 nel mese di dicembre: tra le figure professionali più richieste dalle imprese troviamo camerieri, baristi, cuochi e altre Industria manifatturiera e Public Utilities Costruzioni Commercio Turismo Servizi alle imprese Servizi alle persone professioni dei servizi turistici (1.560), operi metalmeccanici (1.230) e personale non qualificato nei servizi di pulizia (1.130).

Nell’estremo ponente, su 2.870 assunzioni programmate il 28 per cento riguarda cuochi e camerieri (810), seguiti da personale non qualificato nei servizi di pulizia (370) e commessi (250).

Infine alla Spezia le imprese dichiarano di aver programmato 3.220 assunzioni: al primo posto vengono richiesti cuochi e camerieri (630) e a seguire operai nelle attività metalmeccaniche ed elettromeccaniche (380) e personale non qualificato nei servizi di pulizia (260).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.